Juno vola lontano da Giove

(ASI) – Juno ha superato con successo un altro punto cruciale della sua missione. Il 31 luglio la missione NASA ha raggiunto il punto più lontano dall’orbita di Giove situato a circa 8,1 milioni di chilometri. Nelle prossime settimane la forza gravitazionale di Giove farà sì che Juno si riavvicini al pianeta per un fly by dedicato alla parte scientifica della missione.

In questi giorni la sonda è impegnata nella prima delle due orbite concentriche, ciascuna della durata di due mesi circa. Queste manovre saranno utili per dare potenza al motore e per ridurre il periodo orbitale a 14 giorni in modo da poter dare il via alla fase scientifica, il 27 agosto. Nei giorni precedenti Juno si troverà nel punto più vicino a Giove dell’intera missione: solo 4200 chilometri dalla superficie.

Durante il passaggio del 27 agosto, tutta la strumentazione scientifica sarà pronta ad entrare in azione dopo essere stata spenta per motivi di sicurezza durante l’inserimento in orbita del 4 luglio scorso. Si tratterà di una vera e propria prova generale in vista delle prossime tappe della missione volta a collezionare informazioni sulla formazione e sull’evoluzione del gigante gassoso.

Le due lunghe orbite concentriche di Juno

Juno vola lontano da Giove