Ioni metallici per MAVEN

(ASI) – Ci sono ioni metallici nella ionosfera di Marte. Li ha rilevati la sonda NASA MAVEN (Mars Atmosphere and Volatile Mission Evolution) nel corso dei suoi passaggi nell’atmosfera superiore del Pianeta Rosso e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Geophysical Research Letters. “MAVEN ha fatto la prima rilevazione diretta della presenza permanente di ioni metallici nella iosonsfera di un paineta diverso dalla Terra – ha detto Joseph Grebowsky, autore della ricerca – Dato che gli ioni metallici hanno lunga vita e sono trasportati lontano dalla loro regione d’origine da venti neutri e campi elettrici, possono essere utilizzati per dare movimento nella ionosfera“. L’obiettivo di MAVEN è capire come Marte abbia perso la gran parte della sua atmosfera, trasformandosi nel mondo arido che vediamo oggi. Comprendere i fenomeni che si verificano nella ionosfera permetterà agli scienziati di capire come è avvenuta questa perdita.Gli ioni metallici individuati dalla sonda provengono dalla costante pioggia di meteoriti che bersaglia il Pianeta Rosso. Quando uno di questi entra in contatto con l’atmosfera marziana, si vaporizza: gli atomi di metallo perdono alcuni elettroni nella scia di vapore a causa della presenza di altri atomi e molecole nella ionosfera e questo processo trasforma le particelle di metallo in ioni carichi elettricamente. “Abbiamo rilevato ioni metallici associati al passaggio ravvicinato della cometa Siding Spring nel 2014, ma era un evento unico e non ci ha detto molto circa la presenza a lungo termine degli ioni”, ha detto Grebowsky. La polvere interplanetaria che causa le piogge di meteoriti è comune in tutto il Sistema Solare, quindi è probabile che, in esso, tutti i pianeti e le lune con atmosfere sostanziali abbiano ioni metallici. Il team di studiosi ha scoperto che gli ioni metallici marziani si comportano diversamente da quelli rilevati nella stessa porzione di atmosfera terrestre. La Terra, infatti, è circondata da un campo magnetico globale che, insieme ai venti della ionosfera, divide gli ioni metallici in strati. Marte, invece, ha campi magnetici locali fossilizzati in alcune regioni della sua crosta, individuate grazie alle informazioni raccolte da MAVEN. Secondo gli scienziati, la comprensione della natura degli ioni metallici marziani sarà utile a costruire modelli riguardanti l’impatto delle polveri planetarie in altre atmosfere di altre aree del Sistema Solare.

Ioni metallici per MAVEN