Il valzer delle nane brune

Una danza precisa ed elegante, che sembra disegnare nel cielo due archi perfetti fatti di puntini luminosi. È l’immagine realizzata grazie ai dati di Hubble, che ha immortalato il lento valzer di due nane brune.

La fotografia, ‘collage’ di 12 distinte immagini prodotte dal telescopio spaziale NASA/ESA nel corso di 3 anni, ritrae il sistema Luhman 16AB, a soli 6 anni luce dalla Terra.

Gli oggetti celesti che lo compongono sono due ‘stelle mancate’: le nane brune sono infatti corpi con massa più grande di quella di un pianeta, ma più piccola del 7,5-8% della massa del Sole – considerata la soglia minima perché abbia luogo la fusione dell’idrogeno tipica delle stelle.

I due membri di Luhman 16AB sono comunque piuttosto caldi: la loro temperatura superficiale oggi è di poco superiore a 1000 gradi, e la loro energia viene sprigionata quasi interamente sotto forma di radiazione infrarossa.

Questo le rende molto difficili da osservare, nonostante siano vicinissime a noi, ragion per cui sono state scoperte solo nel 2013 dal telescopio spaziale Wise della NASA (dall’astronomo Kevin Luhman, da cui il nome).

Ora i dati di Hubble permettono di raccogliere nuove informazioni sul comportamento – anzi, sulla danza – di queste due nane brune.

Il loro movimento indica un avvicinamento apparente, che all’inizio ha fatto pensare alla presenza di terzi corpi in grado di modificare l’orbita dei due oggetti.

Per questo un team internazionale di astronomi, guidato da Luigi Bedin dell’Istituto nazionale di astrofisica, ha monitorato Luhman 16AB a caccia di un ‘ballerino invisibile’ che ne influenzasse la danza.

I risultati, in pubblicazione su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, hanno però smentito l’ipotesi: almeno per ora, i dati di Hubble escludono la presenza di esopianeti attorno a Luhman 16AB. A quanto pare, le due nane brune ballano da sole.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il valzer delle nane brune