I Big Data a GLIS 2016

Si è chiusa ieri a Ginevra GLIS 2016, la Global Conference on Space and the Information Society. L’evento organizzato dall’International Astronautical Federation (IAF) e dall’ International Telecommunication Union (ITU) è stato dedicato al formidabile contributo delle tecnologie e applicazioni spaziali nel connettere quotidianamente le persone di ogni parte del mondo.

Cinque le sezioni plenarie che hanno visto la partecipazione di agenzie spaziali, governi e aziende: il ruolo dell’International Telecommunication Union nelle attività spaziali; il contributo delle comunicazioni satellitari nel raggiungimento dei Sustainable Development Goals; il rapporto tra Space Economy e Information Economy; i servizi spaziali e la sicurezza; le prospettive di gestione dei Big Data nell’Information Society.

A quest’ultimo argomento è stata dedicata la relazione del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston, che ha sottolineato come la gestione dei Big Data sia indispensabile per una miglior analisi della realtà e per definire le politiche di intervento su vari temi sensibili di carattere globale, come le politiche di contrasto al clima change o la gestione delle risorse naturali. Tra le sfide, Battiston ha evidenziato la velocità di acquisizione delle informazioni, l’organizzazione dei data set e la possibilità per un pubblico sempre più ampio di accedevi in modo semplice e diretto.

“In campo spaziale, oggi la gestione dei Big Data è sempre più facile grazie ad una serie di tecnologie che hanno avuto un evoluzione impressionante, “ ha detto Battiston. “Tra queste, ci sono sicuramente i sensori di nuova generazione, la capacità delle telecomunicazioni, la diffusione e facilità di utilizzo dei computer insieme alle possibilità dei cloud, le grandi capacità di storage, la sempre maggior connettività e le nuove tecniche di estrazione dei dati”. “Tutto questo – ha concluso il Presidente dell’ASI – consentirà di estrarre nuova ricchezza dai dati satellitari in diversi campi, dall’osservazione della Terra all’esplorazione dell’Universo”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I Big Data a GLIS 2016