Galileo, consegnati i fantastici quattro

(ASI) – I quattro satelliti della costellazione Galileo sono atterrati martedì scorso a Kourou, lo spazioporto europeo nella Guyana Francese, dopo il superamento degli ultimi test di controllo effettuati presso il centro ESAESTEC in Olanda. Subito dopo l’atterraggio sono stati trasportati nell’area dedicata alla preparazione dei payload denominata S1A, dove rimarranno fino all’inizio della campagna di lancio. Il lancio, previsto per novembre, rappresenterà un doppio debutto per il lanciatore Ariane 5 ES, dato che per la prima volta contribuirà al lancio dei satelliti della costellazione,e raddoppierà da due a quattro il numero dei satelliti che possono essere messi in orbita. Fino a questo momento il compito era stato affidato al Soyuz, che aveva lanciato due coppie di satelliti alla volta. Ariane 5 ES, in fase di sviluppo dal 2012, si basa sul lanciatore utilizzato precedentemente per l’ATV (Automated Transfer Vehicle), il veicolo per i rifornimenti destinati alla Stazione Spaziale, del peso di circa 20 tonnellate. Per il lancio di novembre Ariane dovrà trasportare un peso inferiore – pari a 738 chili per i quattro satelliti e a 447 per i dispenser – ma ad un’altitudine più elevata: circa 23.222 chilometri. Con quest’ultimo lift-off, la costellazione europea raggiungerà quota 18 dei 24 utili al piena operatività del sistema.

Galileo, consegnati i fantastici quattro