EDRS, al via il dialogo con le sentinelle

(ASI) – L’autostrada spaziale dei dati da oggi ha una corsia in più. È il nuovo collegamento attivato con il programma Copernicus, che ora potrà ricevere informazione direttamente dall’European Data Relay System (EDRS).

Soprannominata SpaceDataHighway, EDRS è il sistema messo a punto dell’ESA con l’obiettivo di rivoluzionare le telecomunicazioni nello spazio.

La sfida è l’utilizzo di una tecnologia laser all’avanguardia per fornire servizi di ritrasmissione di enormi quantità di informazioni quasi in tempo reale.

Il primo tassello di questa complessa autostrada cosmica ha preso il volo lo scorso gennaio a bordo del razzo Proton, e ha raggiunto 36.000 chilometri sopra l’equatore come carico ospite del satellite Eutelsat-9B.

Saranno adesso le sentinelle di Copernicus a beneficiare di questa avanzatissima tecnologia, in quello che sarà il primo e probabilmente unico servizio commerciale di questo tipo.

In particolare, EDRS favorirà la comunicazione tra i satelliti a orbita bassa Sentinel-1 e Sentinel -2 e le basi di terra, aumentando esponenzialmente la velocità di ritrasmissione dei dati.

Generalmente questi satelliti devono aspettare parecchio tempo prima di poter passare le informazioni che raccolgono: il ritardo medio è di 90 minuti ogni orbita di 100 minuti. Invece, grazie alla SpaceDataHighway la ritrasmissione dei dati potrà avvenire quasi istantaneamente.

L’obiettivo è migliorare in maniera drastica la rapidità di accesso a dati critici, come quelli raccolti durante i servizi di emergenza in risposta alle catastrofi naturali.

Ed è qui che entrano in gioco le sentinelle di Copernicus. Questo programma di osservazione satellitare, lanciato nel 1998 dalla Commissione Europea e da un pool di agenzie spaziali, punta infatti a migliorare la raccolta e la gestione europea dei dati sullo stato di salute del Pianeta.

Sentinel-1 e Sentinel-2 sono utilizzati, rispettivamente, per produrre dati radar interferometrici e per l’osservazione multi spettrale: la loro potenzialità sarà ora amplificata dalla potente ‘strada’ su cui si troveranno a viaggiare le preziose informazioni raccolte dallo spazio.

EDRS, al via il dialogo con le sentinelle