Dragon, riutilizzo completato

Nuovo successo per SpaceX. Oggi, pochi minuti prima delle 16 italiane, è stato completato l’aggancio della capsula Dragon alla Stazione Spaziale Internazionale: è il primo volo ‘con riciclo’ che raggiunge la casa spaziale della NASA.

La navetta aveva infatti già volato nello spazio nel 2014, e il successo del suo riutilizzo segna un nuovo traguardo verso l’ottimizzazione delle risorse per il rifornimento della ISS.

Il cargo Dragon riciclato è stato lanciato dal vettore Falcon 9, decollato il 3 giugno dal Kennedy Space Center e arrivato sulla ISS dopo un viaggio di circa 41 ore.

Il modulo ha portato con sé un carico di circa 2,7 tonnellate di materiale, tra cui tre esperimenti fondamentali: ROSA (Array Solare Roll-Out), NICER (Neutron Star Interior Composition Explorer) e MUSES (Multiple User System for Earth Sensing).

ROSA è un prototipo provvisorio destinato a sperimentare la possibile ottimizzazione della distribuzione dell’energia prodotta dai pannelli solari. NICER è un pacchetto astronomico montato all’esterno, compreso un temporizzatore e uno spettrometro, per monitorare le pulsar, particolari stelle di neutroni iper energetiche. MUSES, infine, porta carichi ottici e iperspettrali di immagini per il rilevamento della Terra.

Sono stati trasportati su Dragon anche cinque singoli CubeSats, compresi i primi satelliti per Bangladesh, Ghana e Mongolia.

La capsula Dragon dovrebbe lasciare la Stazione Spaziale all’inizio di luglio, con un carico di oltre 1,5 tonnellate di materiali scientifici che, dopo i test in orbita, saranno studiati nei laboratori a terra.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dragon, riutilizzo completato