Deep Space Atomic tiene il tempo

Il Deep Space Atomic, l’orologio atomico di nuova generazione sviluppato dal JPL della NASA è stato installato a bordo della Surrey Orbital Test Bed, la navicella che lo porterà in orbita a fine anno.L’orologio è dotato di caratteristiche che lo rendono più performante dei suoi predecessori come le dimensioni ridotte, la leggerezza e l’estrema precisione. L’indicazione dell’ora svolge infatti un ruolo critico nella navigazione spaziale e sarà sempre più importante per le missioni di esplorazione dello spazio profondo.

La maggior parte delle sonde viene monitorata da un’antenna a terra che ne intercetta la posizione e attende il segnale di ritorno e la misura del tempo impiegato dal segnale per arrivare è utile per calcolare la distanza della sonda.Successivamente, le informazioni ottenute vengono elaborate per determinarne il percorso di volo e valutare se sono necessarie delle correzioni di rotta. L’uso di un orologio atomico permette alla sonda di effettuare le suddette misure senza l’invio di segnale a terra, ma direttamente a bordo utilizzando il proprio sistema di navigazione.

Questi dispositivi potranno essere impiegati anche per le missioni umane di esplorazione del Sistema Solare: gli astronauti potranno affidarsi a strumenti estremamente precisi per determinare la loro posizione. Si alleggerirà anche il carico di lavoro che grava sulle antenne del Deep Space Network e sarà possibile monitorare un numero sempre crescente di sonde con una sola antenna. Infine, gli orologi atomici, potranno migliorare l’accuratezza dei dati utilizzati dagli scienziati per determinare il campo gravitazionale e l’atmosfera dei pianeti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Deep Space Atomic tiene il tempo