Decennale COSMO-SkyMed

(ASI) –

Ha compiuto dieci anni lo scorso 7 giugno (lancio del primo satellite) ed è stato completato nel 2010. Stiamo parlando di COSMO-SkyMed, il primo sistema di osservazione satellitare della Terra concepito per scopi duali, cioè civili e militari.I suoi quattro satelliti sono quattro ‘occhi’ in grado di scrutare la Terra dallo spazio metro per metro, di giorno e di notte, con ogni condizione meteo, per aiutare a prevedere frane e alluvioni, a coordinare i soccorsi in caso di terremoti o incendi e a controllare dall’alto le aree di crisi. Per festeggiare la ricorrenza, l’auditorium del museo MAXXI di Roma (che in questo periodo è sede della mostra Gravity) ospiterà, il 7 dicembre 2017, l’evento “I primi dieci anni del sistema satellitare italiano per Osservazione della Terra”, cui prenderanno parte Roberto Battiston, Presidente ASI, Anna Sirica, Direttore Generale ASI, Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, la senatrice Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e la senatrice Roberta Pinotti, Ministro della Difesa. La giornata sarà aperta dal saluto istituzionale di Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI. La celebrazione, che prenderà il via alle ore 10.00, sarà trasmessa in streaming su AsiTV.


Sviluppato dall’Agenzia Spaziale Italiana in cooperazione con il Ministero della Difesa, COSMO-SkyMed si basa su una costellazione di quattro satelliti identici, dotati di radar ad apertura sintetica (SAR) che lavorano in banda X (in grado quindi di vedere attraverso le nuvole e in assenza di luce solare).

Decennale COSMO-SkyMed
Decennale COSMO-SkyMed