Vittorio Sgarbi attacca Napoli e i napoletani: “Qui nessuno ha voglia di lavorare”

Il critico contro l’indolenza che non permette ai partenopei di trasformare una città piena di ricchezze in una fonte economica

Dopo Flavio Briatore che attacca la Puglia, è il turno di Vittorio Sgarbi contro Napoli. Con altri toni – decisamente più concilianti e ‘incoraggianti’ rispetto alle sparate dell’imprenditore cuneese contro il modo di fare turismo in Puglia – ma pur sempre un attacco profondo, che ha fatto piuttosto rumore.

Sgarbi, si legge su Il Mattino, è stato ospite alla Rotonda Diaz sul palco del Napoli Pizza Village, evento sul lungomare che sta riscontrando un enorme successo. Il noto critico d’arte ha partecipato come partner dell’evento con la sua mostra “I Tesori Nascosti” fino al 20 luglio nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta.

Nonostante ritenga preziosa la creatività dei napoletani però ha dichiarato: “I napoletani non hanno voglia di lavorare. […] A Napoli si vive una condizione di disagio sociale e assenza di lavoro e i napoletani devono andare oltre la creatività come valore assoluto che da solo non basta, mettendolo a regime e rendendolo produttivo“.

Sgarbi tornerà in città per portare il museo permanente della follia in cui verrà coinvolto anche Diego Armando Maradona. Il critico ha sottolineato di non essere contro i napoletani ma contro l’indolenza che non permette al popolo partenopeo di trasformare una città piena di ricchezze in una fonte economica.

Leggi anche:
Briatore e Twiga, addio Otranto: “Troppi controlli”
Sequestrato per abusivismo il Twiga di Briatore
Briatore: “Non so come si possa vivere con 1.300 euro al mese”
Briatore sulla Flat Tax: “I poveri non hanno mai creato lavoro”
Briatore si schiera: “Privatizzare scuole e ospedali”
Briatore boccia la Puglia: “Musei e masserie non portano denaro, i ricchi vogliono lusso e divertimento”

Vittorio Sgarbi attacca Napoli e i napoletani: “Qui nessuno ha v...