Videogiochi, per le aziende italiane un business da 1 miliardo di euro

Le vendite nel 2015 sono cresciute del 7%

(Teleborsa) E c’è chi ancora li chiama semplici giochi. Il mercato dei videogiochi in Italia non conosce crisi e solamente lo scorso anno nel nostro Paese ha mosso qualcosa come 1 miliardo di euro, in crescita del 7% rispetto all’anno precedente. E’ quanto rende noto l’Ice, secondo cui a trainare le vendite sono i segmenti del software digitale (+21,6%), console (+8,7%) e accessori (+7%). Sempre nel 2015 i videogiochi hanno intrattenuto il 49,7% degli italiani di eta’ superiore ai 14 anni, con una distribuzione paritaria dei consumi tra pubblico maschile e femminile.

Numeri importanti sostenuti da aziende giovani e ipertecnologiche: l’industria nazionale dei videogiochi, circa 100 aziende dislocate su tutto il territorio, e’ molto giovane con un’eta’ media delle imprese di tre anni e il 30% degli imprenditori neppure trentenne. I prodotti italiani sono esportati in tutto il mondo: secondo l’ultimo censimento realizzato da AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) il 98% degli sviluppatori italiani distribuisce i propri prodotti in Europa, il 91% in Nord America, il 71% in Sud America e il 65% in Asia/Pacifico.

Videogiochi, per le aziende italiane un business da 1 miliardo di ...