Voucher vacanze in Piemonte: dormi 3 paghi 1. Come richiederlo

La Regione Piemonte ha varato un ambizioso piano di rilancio dell'economia post-Covid. Tra le misure, una speciale per dare nuovo slancio al turismo

È stata una delle Regioni più duramente colpite dai contagi Covid e dagli effetti del lockdown, anche economici. Ma il Piemonte, ora, è riuscito a riportare sotto controllo la situazione e a ripartire. Nonostante le grandissime difficoltà, e la il bonus Covid a rischio per medici e infermieri, la giunta regionale guidata da Alberto Cirio ha cercato di lanciare una serie di iniziative per dare nuovo slancio all’economia.

RipartiPiemonte

Con RipartiPiemonte è stato varato un piano da 800 milioni di euro, dopo il precedente BonusPiemonte, che aveva già predisposto 116 milioni di euro per aiutare 60mila imprese che hanno dovuto sopportare oltre due mesi di chiusura totale dell’attività. Adesso, è stata inserita una quarta fase che stanzia 15 milioni per consegnare un contributo di 1500 euro a 10mila commercianti.

Diversi gli aiuti alle attività produttive, come il Fondo centrale di garanzia: 64 milioni per dare un supporto per l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese consentendo di incrementare la percentuale di garanzia fornita dal Fondo Centrale di Garanzia del Mise sui finanziamenti concessi dagli intermediari finanziari per investimenti ed esigenze relative al capitale circolante sui progetti di sviluppo industriale.

Ma anche misure per il lavoro, con un Fondo per il disagio economico: 8 milioni come sostegno al reddito, sotto forma di contributo una tantum ai lavoratori che non hanno avuto accesso ad alcun tipo di ammortizzatore e subito una riduzione della retribuzione a causa della sospensione o della cessazione della prestazione lavorativa nel periodo da marzo a maggio 2020 a seguito dell’emergenza Covid-19. Ma anche artigianato, commercio, edilizia, agricoltura, cultura, ambiente, innovazione e molto altro.

Il piano per i rifugi di montagna

Per rilanciare il turismo, invece, la Regione Piemonte ha predisposto un bando specifico da 500mila euro per i rifugi di montagna, per la concessione di contributi a fondo perduto ai rifugi alpini ed escursionistici presenti sul territorio del Piemonte.

Il bando copre acquisti di materiali e attrezzature da utilizzare per la sanificazione del rifugio e per agevolare il distanziamento degli ospiti. Il contributo massimo è di 2mila euro per rifugio.

RipartiTurismo, come funziona

Non solo. Con RipartiTurismo, è possibile soggiornare 3 notti in un hotel del Piemonte, pagandone una sola. Campagna, montagna, laghi, piccoli borghi, suggestivi castelli e itinerari storico-culturali, con una gastronomia d’eccellenza e straordinari vini, basta scegliere la struttura.

Acquistando la prima notte il sistema triplicherà il soggiorno e si potrà rimanere 3 notti consecutive. Si può decidere subito la data o acquistare un voucher a data aperta, per soggiornare entro il 31 dicembre 2021.

Gli acquisti vanno fatti entro il 31 agosto 2020. I voucher possono anche essere regalati e sono disponibili per i visitatori provenienti da tutte le regioni e da tutti i Paesi. Qui trovate tutte le strutture aderenti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Voucher vacanze in Piemonte: dormi 3 paghi 1. Come richiederlo