Dopo Venezia anche Matera: a quanto ammontano oggi i danni del maltempo

Danni al patrimonio inestimabili, due città messe a ginocchio a causa del maltempo

Le forti alluvioni di questi giorni hanno distrutto strade ed edifici di Venezia e Matera. Due delle più belle città italiane, conosciute in tutto il mondo per il loro patrimonio artistico e culturale, sono state messe in ginocchio a causa del mal tempo e, purtroppo, ad oggi i danni contati sono inestimabili.

Stando a quanto dichiarato da Luigi Brugnaro, sindacato di Venezia, la città avrebbe riportato danni per un milione di euro. Si tratta di una stima approssimativa e che, una volta rientrata l’emergenza, potrebbe sfortunatamente aumentare. Basta pensare che, per quanto riguarda le chiese veneziane, il solo patrimonio ecclesiastico ha riportato perdite per 40 milioni di euro. A dichiararlo all’Adnkronos è stata Emanuela Carpani, soprintendente al patrimonio Archeologico Belle Arti e Paesaggio di Venezia.

I conti fatti, comunque, pure nel caso delle chiese (come per il resto della città d’altronde) sono del tutto approssimati e bisogna aspettare che l’acqua si asciughi per capire effettivamente qual è l’entità del danno. In queste prime perizie, per esempio, non si è tenuto conto delle strutture museali e delle opere d’arte in esse conservate.

Altrettanto drammatica è la situazione a Matera, dove le violenti piogge hanno spinto il Comune a chiedere un intervento da parte di Regione e Stato centrale. A seguito degli eccezionali eventi atmosferici di lunedì 11 e martedì 12 novembre la Giunta comunale ha approvato lo stato di emergenza e di calamità naturale con un’apposita delibera, tirando le somme di quelli che sono i danni riportati dalla città dei sassi.

Stando a quanto affermato dal dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune, Matera dopo l’alluvione ha riportato danni per circa 8 milioni di euro. Il sindaco Raffaello De Ruggieri, pur ribadendo che la situazione in città adesso è tornata alla normalità, ha parlato di difficoltà conseguenti al mal tempo che difficilmente si riusciranno a superare con la dotazione finanziaria ordinaria del Comune. Da qui, quindi, la decisione di rivolgersi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Presidenza della Regione Basilicata per chiedere di aiutare Matera.

Mentre per Venezia è stato già approvato un primo stanziamento di 20 milioni per gestire l’emergenza, niente è stato ancora deciso per Matera.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dopo Venezia anche Matera: a quanto ammontano oggi i danni del ma...