Scuola, bonus 500 euro per i docenti in arrivo: attenzione alle somme non spese

Anche per l'anno scolastico che sta per iniziare gli insegnanti di ruolo potranno usufruire del contributo per la formazione

Con l’arrivo del nuovo anno scolastico, per quanto tribolato, torna anche il bonus di 500 euro a disposizione degli insegnanti, da spendere per la loro formazione e il loro aggiornamento professionale. Lo ha ricordato il ministero dell’Istruzione, raccomandando di tenere a mente la scadenza del 31 agosto per dare fondo alle cifre rimaste ancora nel portafoglio elettronico del biennio precedente a quello in corso. Per permettere l’aggiornamento dei crediti per il passaggio al nuovo anno, le carte saranno inoltre momentaneamente bloccate.

Scuola, bonus 500 euro per i docenti in arrivo: la nota del ministero

Il ministero fa sapere infatti che “a partire dal 1 settembre p.v. l’applicazione cartadeldocente sarà momentaneamente sospesa per la gestione del cambio dell’anno scolastico e saranno bloccate le funzionalità di validazione dei buoni sia da applicazione che da web service, fino al ripristino delle stesse dopo la migrazione dei dati. Si segnala che i portafogli dei docenti già registrati verranno momentaneamente disattivati e gli importi dei buoni prenotati e non spesi verranno annullati d’ufficio ed attribuiti come residuo relativo all’anno scolastico 2020/2021″.

“Si ricorda – si legge ancora sul portale dedicato – che il bonus docenti deve essere validato entro il 31 agosto 2021. Le somme residue non spese relative all’anno scolastico 2019/2020 non verranno accreditate sul portafoglio all’apertura dell’anno scolastico 2021/2022, pertanto dovranno essere spese entro e non oltre il 31 agosto 2021”.

Scuola, bonus 500 euro per i docenti in arrivo: a chi spetta

La somma sarà dunque versata in forma digitale nella carta del docente, da utilizzare tramite l’applicazione del Ministero è destinata agli insegnanti di ruolo delle scuole statali:

  • sia a tempo pieno che a tempo parziale;
  • compresi quelli (docenti) che sono in periodo di formazione e prova;
  • dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’articolo 514 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni;
  • in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati;
  • all’estero e delle scuole militari.

 

Scuola, bonus 500 euro per i docenti in arrivo: cosa si può acquistare

Come stabilito dal DPCM del 28 novembre 2016, tramite la carta docente si può spendere il bonus per acquistare:

  • libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni e riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca; laurea, di laurea magistrale;
  • iscrizione a corsi di specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola, bonus 500 euro per i docenti in arrivo: attenzione alle somme ...