Non solo cibo e bollette: il nuovo listino prezzi con tutti i rincari

Il listo dei prezzi al consumo ISTAT aggiornato con tutti i rincari: non solo cibo e bollette, ecco cosa costa di più

Fine dell’anno all’insegna degli aumenti, tutto costa di più: dal cibo ai trasporti, continua la tendenza al rialzo dei prezzi, anche in vista dell’imminente arrivo delle feste (ve ne abbiamo parlato qui perché si parla di “stangata di Natale”). Non solo cibo e bollette, secondo le stime preliminari ISTAT, nel mese di novembre 2021 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) ha registrato un aumento dello 0,7% su base mensile e del 3,8% su base annua (da +3,0% del mese precedente). Cifre queste che pare non siano destinate a scendere.

L’inflazione corre: ecco cosa costa di più

L’accelerazione, su base tendenziale, dell’inflazione ha coinvolto soprattutto i prezzi dei beni energetici che, secondo le stime ISTAT, sono passati da +24,9% di ottobre a +30,7% a novembre, in particolare quelli della componente non regolamentata (da +15,0% a +24,3%). Al contrario, la componente regolamentata, pur mantenendo una crescita molto sostenuta, registra un lieve rallentamento (da +42,3% a +41,8%).

Ancora al rialzo rispetto al mese di ottobre, anche se in misura minore, i prezzi di:

  • beni alimentari sia lavorati (da +1,0% a +1,7%) sia non lavorati (da +0,8% a +1,5%);
  • servizi relativi ai trasporti (da +2,4% a +3,6%).

Un andamento questo che inevitabilmente si trascina dietro tanti altri settori produttivi e ricettivi (ve ne abbiamo parlato e potete approfondire la questione, soprattutto volete sapere quanto arriverà a costare un caffè al bar). Ora torniamo a parlare di numeri.

Beni e servizi: di quanto sono aumentati i prezzi

Tra i servizi analizzati da ISTAT, quello che è emerso è che, per ragioni ascrivibili per lo più a fattori stagionali, i prezzi dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona sono gli unici ad essere diminuiti (-0,7%).

Al contrario, accelerano i prezzi di:

  • beni alimentari, per la cura della casa e della persona (da +1,0% a +1,4%);
  • e prodotti ad alta frequenza d’acquisto (da +3,1% a +3,8%).

Riguardo al cibo, gli aumenti principali riguardano caffè, zucchero, uova e farina (qui vi abbiamo già illustrato quanto costerà in più fare la spesa).

Non a caso, secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) ha registrato un aumento dello 0,8% su base mensile e del 4,0% su base annua (da +3,2% di ottobre).

Ad oggi il Governo ha preso provvedimenti in merito al caro-bollette, con l’approvazione del decreto energia infatti sono stati introdotti specifici bonus per andare incontro alle famiglie. Su tutto il resto, invece, si attendono risposte.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Non solo cibo e bollette: il nuovo listino prezzi con tutti i rincari