Cashback, chiusa la fase dei rimborsi: quanto è stato pagato

Si è chiusa l'erogazione dei rimborsi per la fase sperimentale del programma Cashback, dall'8 al 31 dicembre: quanti milioni di euro sono stati erogati?

La Consap Spa, società controllata dal Ministero dell’Economia e delle finanze, ha impiegato circa 10 giorni per erogare tutti i rimborsi previsti dal Bonus Cashback di Natale. Attraverso un comunicato apparso sul suo sito ufficiale, Consap ha reso noto di avere infatti concluso la fase di liquidazione dei rimborsi relativi al periodo 8-31 dicembre 2020. Gli ultimi movimenti sono stati contabilizzati entro il 26 febbraio: i restanti accrediti avverranno quindi nel rispetto dei tempi bancari.

Cashback di Natale, chiusa la fase dei rimborsi: quanto è stato erogato

Le operazioni di erogazione del cashback di Stato sono iniziate il 15 febbraio. Da allora, Consap ha disposto oltre 3,2 milioni di bonifici per un totale liquidato di circa 223 milioni di euro. Solo lo 0,04% dei bonifici non è andato a buon fine: tra le cause, problemi relativi all’inserimento di Iban errati o conti correnti bloccati o non più esistenti.

I partecipanti al programma che rientrano in questa casistica, comunque, non hanno perso il diritto al rimborso: potranno riceverlo inserendo un Iban valido direttamente dall’app IO. I reclami sin qui avanzati sono meno 2.900: a questi, Consap ha reso noto che risponderà entro 30 giorni dalla data di presentazione dell’istanza.

Cashback, quando saranno erogati i prossimi rimborsi

La fase sperimentale del programma Cashback, relativa al periodo 8-31 dicembre, si è appena conclusa con l’erogazione dei rimborsi. Al momento il programma si chiuderà il 30 giugno 2022, ma è diviso in tre fasi. Al termine di ogni fase è previsto il rimborso. Nel dettaglio:

  • fase 1: tutte le spese effettuate secondo le modalità previste dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021 prevedono l’erogazione del rimborso entro il 30 agosto 2021;
  • fase 2: tutte le spese effettuate secondo le modalità previste dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021 prevedono l’erogazione del rimborso entro il 2 marzo 2022;
  • fase 3: tutte le spese effettuate secondo le modalità previste dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022 prevedono l’erogazione del rimborso entro il 30 agosto 2022.

Cashback, come maturare i rimborsi

Rispetto al cashback di Natale, in ognuna delle tre fasi sarà obbligatorio effettuare 50 pagamenti con carta, bancomat o pos al fine di ottenere il 10% di rimborso. Non c’è un importo minimo di spesa, quindi concorrono al raggiungimento della quota minima i pagamenti di qualsiasi entità. Per ogni singola transazione, però, il limite di rimborso ottenibile è pari a 15 euro (dunque, anche per quegli acquisti che superano i 150 euro di spesa).

Oltre al cashback ordinario, nel 2021, si potrà aspirare anche al super cashback: si tratta di un premio da 1.500 euro a semestre, che andrà solamente ai primi 100 mila nella speciale classifica dedicata al numero di transazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback, chiusa la fase dei rimborsi: quanto è stato pagato