Elezioni: quanto percepisce un rappresentante di lista

Cosa spetta a un rappresentante di lista durante le elezioni

Le elezioni europee per rinnovare i deputati che andranno a rappresentare i Paesi all’interno dell’Europarlamento, sono ormai prossime.

Domenica 26 maggio tutti i cittadini italiani sono chiamati alle urne per esprimere il loro voto e per l’occasione verranno messi su i seggi elettorali presso i quali gli elettori potranno recarsi. Verranno nominati dunque scrutatori, segretari e presidenti che garantiranno la trasparenza e si assicureranno che tutto proceda per il meglio.

C’è anche un’altra figura che prende parte al lavoro che viene svolto durante le votazioni al seggio ed è il rappresentante di lista, che viene incaricato dalla legge di seguire e controllare le operazioni di voto nei seggi elettorali. Il suo dunque, è un compito molto importante in quanto funge da una sorta di “supervisore”.

Quanto percepisce un rappresentante di lista

A differenza di presidente, segretario e scrutatore di seggio, il rappresentante di lista non percepisce un guadagno monetario diretto. Tuttavia, ha diritto a dei permessi sul lavoro retribuiti.

Il rappresentante di lista può quindi assentarsi dal lavoro per la durata delle elezioni e ha diritto a un compenso pari a quello che avrebbe dovuto percepire se avesse svolto la sua attività lavorativa.

Questo è possibile in quanto per la legge questi giorni di assenza dal proprio lavoro, ma dedicati alle attività legate alle operazioni del seggio elettorale, vengono considerati come attività lavorativa.

Se il rappresentante di lista svolge questa attività in giorni in cui non avrebbe comunque lavorato – come ad esempio il sabato e la domenica – quest’ultimo ha diritto solo a una giornata di riposo da godere al termine delle operazioni del seggio. Anche nel caso in cui il rappresentante di lista dovesse svolgere questa attività solo per una parte della giornata, l’assenza viene considerata per tutto il giorno di lavoro.

Nel caso delle elezioni europee del 26 maggio, in alcune città italiane è previsto anche il voto per rinnovare il consiglio comunale. A cosa hanno diritto i rappresentanti di lista? Questi avranno diritto solo ad un giorno di riposo (per la domenica) o in alternativa potranno beneficiare di una quota aggiuntiva di retribuzione che verrà aggiunta allo stipendio del mese.

Considerate le operazioni di scrutinio che verranno effettuate nella notte del lunedì, i rappresentanti di lista potranno godere di un permesso retribuito sul lavoro.

Elezioni: quanto percepisce un rappresentante di lista