Quanto guadagna un commercialista

Lo stipendio di un commercialista varia in base anche alla regione in cui opera: ecco nel dettaglio quanto guadagna questo professionista in Italia

Sono numerosi, si occupano del disbrigo di pratiche legate al mondo economico e finanziario e le loro parcelle sono spesso temute.

Sono i commercialisti e prendono in carico la contabilità di aziende, piccole e medie imprese, liberi professionisti e tutti coloro che hanno bisogno di essere supportati nella compilazione ad esempio della dichiarazione dei redditi.

Si tratta di una mansione che richiede pratica, conoscenze approfondite del settore, l’essere aggiornati sui nuovi decreti e sui cambiamenti legislativi oltre a un grande senso di responsabilità. Il commercialista è un professionista iscritto nel suo ordine professionale di competenza. Spesso il suo onorario fa tremare le tasche degli italiani (un po’ come per gli avvocati), ma quanto guadagna davvero?

Partiamo dicendo che ogni commercialista propone una sua parcella differente, che può variare in base a fattori diversi quali il prestigio o magari l’ubicazione dello studio. In media però, è possibile dire che il reddito annuo di un commercialista si aggira intorno ai 59.258€. Una cifra che però cambia a seconda anche della regione in cui il professionista opera.

Secondo i dati registrati, lo scenario relativo al guadagno annuale di un commercialista, spezza in due l’Italia. I compensi più alti sono infatti al Nord, con differenze – anche molto alte – rispetto al Mezzogiorno. Vediamo nel dettaglio quali sono le regioni in cui un commercialista guadagna di più e qual è effettivamente il suo stipendio:

  • Lazio: il compenso annuo di un commercialista è di 56.438€;
  • Toscana: il reddito è di 58.959€;
  • Liguria: il salario è di 63.463€;
  • Friuli: qui il compenso è pari a 70.849€;
  • Emilia Romagna: il reddito è di 71.285€;
  • Piemonte: il salario è di 71.680€;
  • Veneto: il compenso ammonta a 72.959€;
  • Valle d’Aosta: il reddito è di 76.609€;
  • Lombardia: il salario è di 94.871€;
  • Trentino-Alto Adige: il compenso è pari a 107.327€.

La parcella più alta sembra spettare proprio ai commercialisti del Trentino, ma cosa accade dall’altra parte dell’Italia? Ecco le regioni in cui questi professionisti guadagnano meno:

  • Marche: 51.460€ all’anno;
  • Umbria: 45.616€ annui;
  • Sardegna: 37.893€ all’anno;
  • Abruzzo: 32.473€ annui;
  • Basilicata: 32.023€ annui;
  • Molise: 31.479€ all’anno;
  • Puglia: 30.003€ annui;
  • Sicilia: 29.550€ all’anno;
  • Campania: 29.543€ annui;
  • Calabria: 23.763€ all’anno.

Dall’elenco è facile notare come in Sicilia, Campania e Calabria il reddito annuale di un commercialista non raggiunga i 30.000€, ovvero neanche la metà dei colleghi trentini.

Quanto guadagna un commercialista