Milano, maxi-piano per la mobilità sostenibile: tutti gli incentivi e come riceverli

Il Comune di Milano ha annunciato un'ampia serie di contributi per privati e imprese per incoraggiare le alternative green al trasporto pubblico. Tutti i dettagli

Milano riparte in “verde”. Il Capoluogo lombardo annuncia un maxi-piano per incentivare la mobilità a basso impatto ambientale, rivolto a privati e imprese che vogliano sostituire i propri mezzi di trasporto. L’obiettivo, si legge nella nota del Comune, risponde anche alla necessità “di mettere a disposizione dei cittadini forme di mobilità alternative all’utilizzo del trasporto pubblico, oggi penalizzato dalla necessità di mantenere il distanziamento fisico tra le persone anche su tram, bus e metropolitane a causa dell’epidemia Covid-19 in corso”.

Chi può fare richiesta

Tutti i contributi concessi saranno peraltro cumulabili con le agevolazioni concesse dallo Stato. Chi potrà beneficiarne? Tutti i cittadini maggiorenni senza alcune limitazione legata all’ISEE. I Fondi sono inoltre destinati a micro, piccole e medie imprese, lavoratori autonomi con partita IVA residenti a Milano, enti del terzo settore e imprese artigiane non milanesi purché titolari di licenza per l’esercizio dell’attività di vendita su aree pubbliche rilasciata dal Comune di Milano.

Aiuti per privati: scooter, bici, auto elettriche

Nel nuovo bando in via di pubblicazione, viene innanzitutto previsto un contributo fino a 1.800 euro per l’acquisto di scooter e 1.500 euro per bici ibridi o elettriche, senza obbligo di rottamazione, rivolto ai privati. In caso di acquisto di scooter accompagnato da rottamazione, o per chi non possiede un veicolo da almeno quattro mesi, l’aiuto stanziato sale a 3.000 euro.

Per accedere agli aiuti destinati all’acquisto di autoveicoli ibridi, elettrici, bifuel, benzina euro 6, i privati “dovranno provvedere alla radiazione per demolizione di un veicolo per il trasporto persone, nello specifico con alimentazione benzina fino a euro 2 incluso o diesel fino a euro 5 incluso”. Per l’acquisto di un’auto ibrida, Milano mette a disposizione contributi fino a 6.000 euro.

Agevolazioni per le imprese

Anche le imprese potranno usufruire del piano. In particolare, potranno richiedere un’agevolazione per acquistare fino a cinque veicoli commerciali o veicoli per il trasporto delle persone, dal furgoncino fino all’autocarro e dall’autovettura al pullman, diesel euro VI solo per i camion e i pullman (N2, N3 e M3), benzina euro 6, Gpl, metano, ibrido e elettrico. Se ad esempio un’impresa intende sostituire un furgone, potrà ricevere un contributo compreso tra i 6.600 euro e i 16.200 euro, in base alla categoria. Per un camion, invece, l’aiuto può arrivare fino a 21 mila euro. Sono inoltre previsti dei contributi per l’acquisto di scooter e cargobike ad alimentazione ibrida o elettrica.

Per accedere alle agevolazioni, le imprese dovranno provvedere contestualmente alla demolizione “di un veicolo delle categorie N1, N2, N3, M1, M2 e M3 con alimentazione a benzina fino ad euro 2/II incluso o diesel fino ad euro 5/V incluso, oppure di un motoveicolo o ciclomotore (classificati come categoria L) a due tempi fino a euro 2 o con alimentazione a gasolio fino a euro 2 o con alimentazione a benzina a quattro tempi Euro 0, 1)”.

I tempi

Per quanto riguarda le tempistiche, bisognerà aspettare la pubblicazione del bando specifico sul sito del Comune nelle prossime settimane. Da allora, sarà possibile richiedere i contributi fino all’esaurimento dei fondi disponibili, e comunque non oltre il 30 novembre 2020. Sarà anche possibile presentare domanda di contributo per acquisti di veicoli effettuati a partire dallo scorso 4 maggio. Tutti gli incentivi saranno erogati una volta sola per un singolo veicolo in caso di richiedenti privati, e una sola volta fino a cinque veicoli a scelta per le imprese.

“Vogliamo aiutare i cittadini che devono ricorrere all’uso di veicoli privati per gli spostamenti a farlo con mezzi meno inquinanti e più leggeri”, ha dichiarato Marco Granelli, assessore alla Mobilità. “Gli incentivi sono una delle strade che stiamo percorrendo per agevolare il ricambio del parco mezzi circolante a Milano”. E ha aggiunto: “Sostituire un vecchio diesel, acquistare uno scooter o una bici elettrica sarà più facile e meno oneroso per tutte le famiglie e le imprese, anche del terzo settore, e consentirà di contenere le emissioni più inquinanti in città”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano, maxi-piano per la mobilità sostenibile: tutti gli incentivi e...