Incentivi auto 2021, nuovi contributi dalla Lombardia: come funzionano

La Regione Lombardia ha firmato la delibera per incentivi sull'acquisto di nuove automobili

Nuovi incentivi auto in arrivo in Lombardia. La giunta presieduta dal presidente Attilio Fontana ha firmato una delibera che prevede a partire da marzo l’erogazione di contributi per 36 milioni di euro, suddivisi per il 2021 e il 2021, per l’acquisto di nuove automobili.

Incentivi auto 2021, nuovi contributi dalla Lombardia: come fare richiesta

I bonus potranno essere aggiunti a quelli già previsti a livello nazionale, per un valore complessivo di più di 18 mila euro da sottrarre al prezzo di listino della vettura, in caso dell’acquisto di un veicolo elettrico con rottamazione dell’usato. I contributi saranno assegnati in ordine cronologico di prenotazione, fino all’esaurimento dei fondi.

Dall’11 febbraio è disponibile la piattaforma sul sito della Regione Lombardia nella quale i rivenditori dovranno registrarsi ed abilitarsi. Il 20 febbraio verrà pubblicato il bando attuativo con tutte le modalità.

Dopo aver fatto domanda, dal primo marzo, il richiedente potrà recarsi dal concessionario, il quale a sua volta dovrà prenotare il contributo, prima di concludere la compravendita. L’acquirente riceverà l’incentivo sotto forma di sconto, poi il concessionario verrà rimborsato dalla Regione.

Incentivi auto 2021, nuovi contributi dalla Lombardia: le categorie

Il valore dell’incentivo sarà calcolato in rapporto ai requisiti di anidride carbonica e ossido d’azoto del veicolo. All’aumentare di questi parametri la cifra si riduce.

Sulla scala di emissioni, il contributo più alto erogato arriva a 8 mila euro per l’acquisto di un’elettrica o una fuel cell, rottamando un vecchio veicolo con omologazione fino a Euro 2, se a benzina, e a Euro 5, se a gasolio. Nel caso delle diesel Euro 5, inoltre, è possibile ottenere la stessa somma cancellando dal Pra il veicolo per la sua esportazione all’estero.

Nel caso di acquisto di vetture diverse da modelli elettrici e fuel cell, si ha invece diritto al bonus solo in caso di rottamazione o esportazione, secondo i seguenti criteri:

  • se l’auto ha emissioni di CO2 fino a 60 g/km: incentivo fino a 5.000 euro per le vetture che non superano gli 85,8 mg/km di NOx, 4.000 euro per la fascia 85,9-126 mg/km;
  • se l’auto ha emissioni di CO2 comprese tra 61 e i 110 g/km: 4.000 euro di bonus con valori di NOx fino a 85,8 mg/km e 3.000 euro per la fascia 85,9-126 mg/km;
  • se l’auto ha emissioni di CO2 comprese tra i 111 e i 145 g/km: incentivo di 3.000 euro con emissioni NOx fino a 85,8 mg/km, 2.000 euro con NOx al di sopra di tale soglia, ma non oltre i 126 mg/km.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Incentivi auto 2021, nuovi contributi dalla Lombardia: come funzionano