Divorzio quanto mi costi? Conviene quello breve

La riduzione delle tempistiche e lo snellimento delle procedure, nonché la possibilità di divorziare senza la presenza degli avvocati, ma davanti al sindaco, rende il divorzio breve più economico rispetto al passato

Il divorzio è una delle conquiste più importanti della nostra storia. In Italia è stato introdotto il 1˚dicembre 1970 con la legge n. 898 “Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio”. Tuttavia, la scelta di divorziare non è affatto semplice. Non soltanto da un punto di vista emozionale, ma anche e soprattutto economico. Sono numerose le notizie di coloro, soprattutto uomini e padri, che hanno dovuto affrontare pesanti spese. Oppure di coloro che sono rimasti semplicemente separati, perché non in grado di pagare questo scioglimento definitivo del matrimonio.

Il prezzo di un divorzio supera normalmente i 1000 euro e può variare in base ad una molteplicità di fattori: la presenza o meno di figli, l’onorario dell’avvocato, l’eventuale mantenimento richiesto, il numero di udienze e, quindi, la complessità delle questioni da dover trattare. In quest’ultimo caso, il costo oscilla in base alla tipologia del divorzio: consensuale (dove c’è l’accordo di entrambi i coniugi), oppure giudiziale, in cui deve intervenire necessariamente il giudice.

Tuttavia, grazie all’introduzione della legge sul divorzio breve del 26 maggio 2015, è possibile avviare procedura in tempi molto più brevi rispetto al passato. Se prima erano necessari 3 anni dalla separazione per richiedere il divorzio, ora bastano 12 mesi (in caso di separazione giudiziale) e 6 mesi (se consensuale). Questa possibilità chiaramente risulta più economica rispetto alle vecchie, lunghe e costose procedure per il divorzio.

Una tra le novità più importanti è, infatti, la possibilità di divorziare senza che ci sia la necessità di ricorrere ad un avvocato. Ci si può separare anche davanti ad un sindaco tramite il “divorzio breve in comune”, una procedura molto conveniente che, tuttavia, non può essere avviata se sono presenti figli minorenni oppure maggiorenni che hanno bisogno di tutela. Non è possibile fare questo tipo di divorzio breve se sono previsti, inoltre, dei trasferimenti di patrimonio.

Quindi, chi non ha molte possibilità economiche e non ha dei trasferimenti di patrimonio da effettuare, può avvalersi di questa procedura per poter risparmiare.

È opportuno ricordare che non è possibile divorziare senza separarsi. I tempi e le procedure per la separazione si sono comunque accorciati e così come per il divorzio la separazione può avvenire con più modalità, tra cui quella davanti al sindaco (con le stesse condizioni e requisiti del divorzio breve).

Divorzio quanto mi costi? Conviene quello breve