Come risparmiare in casa con prodotti green: i maxi sconti del Black Friday

La sostenibilità inizia dalle nostre abitudini quotidiane e dentro casa, ma è spesso associata all'idea errata di dover spendere molti soldi

Prendersi cura della casa e svolgere le attività quotidiane può avere un impatto negativo sull’ambiente. Ma cambiare le nostre abitudini in fatto di pulizia e cucina non sempre è facile ed economico. Per questo anche i più attenti alla sostenibilità e al green spesso decidono di continuare a usare prodotti inquinanti ma sicuramente efficaci e a basso impatto sulle finanze familiari.

Scegliere alternative verdi e diventare consumatori più attenti non deve essere necessariamente uno sforzo, specie in un periodo caratterizzato da un tasso di inflazione alle stelle e da aumenti dei prezzi che dalle bollette si sono riversati su tutti i prodotti del supermercato. Può essere addirittura un modo per risparmiare.

Ed ecco quindi 4 semplici passi per iniziare a prendersi cura della casa rispettando l’ambiente che ci circonda evitando di spendere cifre sconsiderate, approfittando dei maxi sconti della settimana del Black Friday e delle offerte di Amazon e iscrivendovi gratuitamente al programma Amazon Prime, cliccando qua, per ricevere a casa gratuitamente e in velocità milioni di prodotti.

Cercare prodotti con etichetta eco e green ed evitare packaging in plastica

Oggi è possibile acquistare detersivi e detergenti per la casa con dotati dell’etichetta Ecolabel. Si tratta del marchio europeo di qualità ecologica rilasciato dal comitato EcolabelEcoaudit, che certifica e classifica specifici prodotti caratterizzati da qualità ecocompatibili e green.

Il loro processo produttivo o il loro utilizzo non generano un impatto negativo su ambiente o ecosistema, e sono dunque in linea con le esigenze di chi vuole vivere in maniere più sostenibile, senza però rinunciare alle grandi marche e alla sicurezza di pulire e igienizzare casa in modo efficace.

Oltre a cercare l’etichetta Ecolabel, è preferibile acquistare prodotti in confezioni di carta o di plastica totalmente riciclata, magari sperimentando con formati poco comuni e prodotti ricaricabili. Oltre all’impatto del detersivo stesso, infatti, il grande problema delle pulizie è il packaging e lo smaltimento delle confezioni di plastica.

Si può optare ad esempio per gli spray ricaricabili multiuso, ottimi per eliminare germi e batteri e pulire a fondo le superfici, evitando di comprare ogni volta un nuovo flacone.

Acquistare una lavastoviglie è un ottimo investimento in termini di consumi elettrici e idrici, oltre che di impatto ambientale. Rispetto al classico lavaggio dei piatti nel lavello, infatti, permette di abbattere i costi. Il lavaggio eco, poi, è ancora più rispettoso dell’ambiente. Magari in associazione con tab con l’etichetta Ecolabel e in confezioni di carta.

E per pavimenti sempre puliti e in ordine, basta acquistare un flacone (o riciclarne uno già usato) e ricaricarlo con i pod coperti da pellicola biodegradabile antispreco e plastic free.

I migliori prodotti green per il bucato: meglio i pod e le strisce di detersivo

Il packaging, come abbiamo detto, è uno dei più grandi problemi che riguardano i prodotti per la pulizia, in particolare quelli per il bucato, che sono spesso particolarmente ingombranti. Per ovviare a questo problema, le aziende hanno inventato le strisce di detersivo in confezioni biodegradabili.

Molto più facilmente reperibili al supermercato, e molto convenienti se comprati su Amazon in pacchi multipli, sono invece gli ormai comuni pod. Combinano più prodotti in uno e consentono di risparmiare, tra l’altro, molto spazio in bagno o in lavanderia. Di seguito una maxi offerta: cliccando sul link si potrà acquistare è possibile acquistare il prodotto a soli 9,90 euro.

Trovate qua le migliori offerte Amazon in esclusiva per i clienti Prime.

Utilizzare le alternative green ai classici detersivi, risparmiando molti soldi

Un’altra idea per risparmiare e inquinare di meno è l’utilizzo di alternative ai detersivi classici per alcuni tipi di pulizia. Attenzione però a non credere alle fake news. L’aceto, di cui si parla spesso nei forum e nei blog green, è fortemente inquinante, e inoltre corrode e rovina le superfici. Le sue proprietà poi si annullano se usato in associazione al bicarbonato, come spesso viene consigliato.

Un buon alleato in casa è invece l’acido citrico, meno inquinante di altre sostanze e dell’aceto stesso, come indicano i vari studi e le autorità in maniera, che in piccole dosi e sempre diluito con molta acqua può essere utilizzato come anticalcare e disincrostante. Una confezione da 2 kg durerà per tantissimo tempo proprio per la sua efficacia a quantità infime.

Per creare un ottimo ammorbidente casalingo e a basso impatto, basterà sciogliere in un litro d’acqua demineralizzata circa 150 grammi di acido citrico, che neutralizzando l’alcalinità dell’acqua renderà i panni più morbidi. Prima dell’uso, basteranno poche gocce di olio essenziale a scelta direttamente nella vaschetta della lavatrice per rendere i vestiti profumati a lungo. Magari approfittando di un

Stop ai sistemi di pulizia usa e getta e a stracci e spugne da buttare dopo l’uso

L’ultimo consiglio furbo per risparmiare per le pulizie di casa, è quello di evitare sistemi di pulizia con parti monouso, magari riscoprendo i vecchi metodi delle nonne, resi ancora più funzionali grazie alle nuove tecnologie e ai materiali di ultima generazione.

Ad esempio perché utilizzare i costosi panni catturapolvere da buttare dopo ogni utilizzo, al posto di un piumino in microfibra? Tra l’altro il prezzo è quello di una confezione da 25 piumini monouso del marchio più famoso sul mercato.

Gli elettrodomestici sono comodi, ma consumando energia hanno effetti devastanti per l’ambiente, oltre che sulle bollette, considerando gli attuali costi delle forniture di energia. Ci sono alternative all’aspirapolvere pratiche ed economiche, come una scopa per pavimenti con panni in ciniglia e microfibra, dotata di serbatoio a spruzzo per eliminare anche secchi e stracci. Dopo l’uso, basterà lavare i panni e riutilizzarli per anni.

Nei supermercati sono sempre più diffusi i rotoloni asciugatutto fatti interamente con carta riciclata e venduti in packaging di cartone o biodegradabile. Non tutti sanno che esistono sul mercato anche alternative lavabili. Se vi spaventa il prezzo, pensate al fatto che non dovrete più acquistarne periodicamente al supermercato.

Per pulire piatti e superfici, oltre a usare spugne naturali e in materiali biodegradabili, è possibile anche passare a spugne riutilizzabili e lavabili. Su Amazon è possibile acquistarne di diverse marche. Hanno un latto più rigido e uno più morbido, esattamente come le spugnette classiche per la pulizia.

Se siete interessati agli sconti sui prodotti più innovativi, iscrivetevi a questo Canale Telegram per ricevere ogni giorno in tempo reale le migliori offerte su elettrodomestici, smartphone, smartwatch, smart TV e tutto il meglio della tecnologia.