Cashback flop, cosa non ha funzionato e cosa cambia da gennaio 2021

Non ha funzionato bene il programma dell'extra cashback di Natale, ma il Governo va avanti con il cashback di Stato ordinario: le regole del 2021

Flop per il programma cashback di Natale, con i primi rimborsi di Stato pensati per agevolare l’utilizzo dei pagamenti digitali e combattere l’evasione fiscale del piano cashless del Governo. Hanno aderito all’iniziativa 5,8 milioni di italiani, per una cifra totale di circa 200 milioni di euro, mediamente 35 euro a testa. Numeri lontani dai 150 euro promessi per chi ha scaricato l’app IO.

Perché il cashback di Natale è stato un flop: i motivi dietro il fallimento

Alla base del fallimento del cashback di Natale ci sarebbero le tante difficoltà riscontrate dai cittadini a partire dall’8 dicembre. Le chiusure dei negozi non hanno agevolato lo shopping sotto le feste, e in tanti hanno preferito acquistare i regali online.

Sotto accusa anche i tanti malfunzionamenti dell’app IO, canale principale per aderire al programma del cashback e in futuro per comunicare con la Pubblica Amministrazione e richiedere servizi statali. L’applicazione non è stata in grado di gestire i tanti utenti che l’hanno utilizzata al day one, e solo il 60% di chi l’ha scaricata ne ha poi fatto uso per gli acquisti.

Chi ha effettuato pagamenti contactless, inoltre, ha riscontrato molti problemi nel tracciamento delle operazioni in app, con il risultato che potrebbe non ricevere i rimborsi di Stato del piano cashless.

Quando arrivano i soldi del cashback di Natale e quando vengono calcolati

Effettuando l’accesso all’app Io molti utenti hanno visto sparire i soldi che gli dovrebbero essere rimborsati. La data per conoscere l’entità del cashback a cui si ha diritto è fissata al 10 gennaio 2021. Entro quel giorno verrà effettuato il calcolo definitivo delle transazioni valide e non durante il periodo di sperimentazione di dicembre.

Il cashback dovrà entrare invece nelle tasche di chi ne ha fatto richiesta a febbraio.

I numeri del cashback di Natale: oltre 49,6 milioni di transazioni effettuate

PagoPa, la società partecipata che gestisce l’app IO ha fatto sapere che sono stati attivati per il programma 9,6 milioni di strumenti di pagamento e sono state elaborate più di 49,6 milioni di transazioni. Il cashback potenziale maturato sarebbe superiore ai 198,4 milioni di euro, anche se solo gli iscritti che hanno effettuato 10 acquisti senza contante avranno diritti a ricevere il rimborso.

Cashback di Stato, funzionamento e date: quante operazioni servono

Nonostante il flop, già ampiamente annunciato dalle associazioni di consumatori e commercianti, il Governo è pronto a investire ancora molto nel piano cashless. Proprio al cashback di Stato, il nuovo programma al via a partire da quest’anno sulla falsariga di ciò che abbiamo visto a Natale, l’esecutivo ha destinato 4,75 miliardi di euro del Recovery fund.

Il programma ha durata semestrale. Si ha diritto a un rimborso pari al 10% delle spese effettuate con pagamenti digitali, sia app che carte di credito e bancomat, per un massimo di 150 euro a semestre e 15 euro per ogni operazione effettuata. È necessario compiere almeno 50 pagamenti nell’arco dei sei mesi, ovvero dal 1 gennaio al 30 giugno e dal 1 luglio al 31 dicembre.

Per i 100 mila cittadini con più operazioni alla scadenza del semestre è previsto un super cashback di 1.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback flop, cosa non ha funzionato e cosa cambia da gennaio 2021