Blitz di Greenpeace a Bruxelles per bloccare le trattative Ue-Usa

Gli attivisti hanno manifestato a Bruxelles contro i negoziati sul trattato di libero scambio tra Europa e Stati Uniti

Un gruppo di attivisti di Greenpeace ha bloccato l’accesso al centro conferenze di Bruxelles dove fino al 26 febbraio 2016 sono in corso trattative a porte chiuse tra Stati Uniti e Unione europea sul TTIP, il Trattato transatlantico su commercio ed investimenti. L’organizzazione ambientalista lo definisce una minaccia per la democrazia e l’ambiente a vantaggio delle multinazionali. Saskia Richartz è una attivista di Greenpeace.

“L’accordo mette in pericolo la democrazia, l’ambiente e le condizioni dei lavoratori, questo non è un trattato ma il passaggio del potere dalle persone alle grandi multinazionali”
Fra i punti critici c’è l’istituzione dell’ICS, Investment Court System, tribunale speciale che dovrebbero intervenire in caso di contenziosi fra le aziende e gli Stati. Secondo Greenpeace si tratta una “corte speciale a protezione dei profitti delle aziende private”, in grado di difendere gli interessi privati grazie a poteri che le permetterebbero di scavalcare le leggi dei singoli Paesi.

Fonte: AskaNews

Leggi anche:
TTIP: gli USA pronti agli accordi di libero scambio?
Così il trattato Europa-Usa può cambiare le nostre vite

Blitz di Greenpeace a Bruxelles per bloccare le trattative Ue-Usa