Bonus vacanze: come conoscere in anteprima le strutture aderenti

Bonus vacanze, quali sono le strutture che aderiscono? Saperlo in anteprima è possibile

Tutti quelli interessati a richiedere ed ottenere il bonus vacanze possono finalmente farlo: dal 1° luglio, infatti, lo sconto sui soggiorni turistici in Italia approvato con il dl Rilancio è attivo. Ma, prima di partire per le ferie, è possibile conoscere in anteprima quali strutture aderiscono all’iniziativa e, quindi, scegliere la propria destinazione in base a quello? La risposta a questa domanda è: sì, è possibile. Vediamo come.

Bonus vacanze, le strutture aderenti

Una volta verificato che si hanno tutti i requisiti richiesti per ottenere il bonus vacanze (clicca qui per approfondire), chi vuole godere di uno sconto sul prezzo del proprio soggiorno può farlo tramite l’app dedicata al servizio. Prima di prenotare, però, i soggetti che intendono ricorrere al bonus hanno la possibilità di sapere in anteprima quali strutture hanno deciso di aderire all’iniziativa.

Ricordiamo infatti che non è obbligatorio per albergatori e proprietari di B&b e case vacanze riconoscere lo sconto, spetta al contribuente verificarlo anticipatamente. Come? Bene, grazie al lavoro di Federalberghi, collegandosi al sito italyhotels.it è possibile consultare l’elenco delle strutture che aderiscono al bonus vacanze (stilato sulla base delle interviste effettuate coinvolgendo gli oltre 28 mila soci).

Basta accedere al portale e inserire:

  • la destinazione o il nome dell’hotel;
  • il tipo di struttura (hotel, residence, bed&breakfast, agriturismo, villaggio turistico, dimora storica);
  • la data di arrivo e di partenza;
  • il numero di camere e di visitatori (specificando la presenza o meno di bambini).

Chi è indeciso ancora sul tipo di vacanza e/o sul periodo può sempre procedere con una ricerca libera, scegliendo tra città d’arte, mare, montagna o lago.

Bonus vacanze al via dal 1° luglio tra dubbi e polemiche

Non sappiamo ancora quante persone usufruiranno effettivamente di tale agevolazione ma, a pochi giorni dalla partenza ufficiale, le polemiche e le critiche nei confronti del bonus vacanze non sono di certo mancate. Dopo il colpo basso dell’Austria, per esempio, a puntare il dito contro l’iniziativa promossa dal Governo è stato il Codacons.

Secondo l’Associazione sono ad oggi poche le strutture che riconoscono il bonus e, come se non bastasse, sono diversi i consumatori che hanno già denunciato un certo aumento dei prezzi. Lo sconto viene sì riconosciuto, ma sulla base di un costo di partenza che risulta essere superiore, così che per questi e altri motivi (di cui abbiamo ampiamente parlato qui) il bonus vacanze potrebbe rivelarsi un flop.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus vacanze: come conoscere in anteprima le strutture aderenti