Arriva il bonus trasporti: quanto vale e come richiederlo

Tra le ultime iniziative del proprio mandato, il governo di Mario Draghi ha stanziato 79 milioni di euro per l’agevolazione sui mezzi pubblici: chi lo riceverà

Dopo circa 20 mesi di attività, dal prossimo ottobre il governo di Mario Draghi lascerà il posto ad un nuovo esecutivo. Le elezioni anticipate del 25 settembre porteranno ad un radicale cambiamento del quadro parlamentare, soprattutto in virtù del fatto che gli eletti non saranno più 945 ma solamente 600. Inoltre, tutti i sondaggi danno il centrodestra unito in netto vantaggio su tutti gli avversari, mentre per il ruolo di primo partito del Paese la sfida sembra essere quella tra Fratelli d’Italia (guidata da Giorgia Meloni) e il Partito Democratico del segretario nazionale Enrico Letta.

E così va in archivio una legislatura iniziata nel 2018 con il “patto di governo” sottoscritto dal Movimento 5 Stelle (che arrivò primo cinque anni fa con il 33% dei consensi) e dalla Lega di Matteo Salvini. I primi due governi che l’hanno caratterizzata, ossia quelli presieduti da Giuseppe Conte, hanno espresso un indirizzo politico che i giornali e i media non hanno esitato a definire “populista” in virtù dei molti bonus cosiddetti una tantum elargiti agli italiani nel tentativo di contrastare le difficoltà economiche di famiglie e imprese.

Da settembre arriva un nuovo bonus per milioni di italiani: di cosa si tratta

Un’etichetta che invece non è toccata all’ex capo della Bce, la cui missione (in base a quanto gli chiese Sergio Mattarella al momento dell’investitura) doveva essere quella di affrontare le due grandi sfide di questi anni, ossia la lotta alla pandemia e la gestione dei fondi del PNRR, a cui se n’è aggiunta una terza legata al conflitto tra Russia e Ucraina.

Eppure è di questi giorni la notizia che dal prossimo settembre milioni di italiani potranno usufruire di una nuova agevolazione approvata dall’esecutivo dimissionario (ma ancora in carica per gli affari correnti): stiamo parlando del bonus autobus.

Pensato per sostenere il reddito e incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici – in ottica ambientalista ma anche per supportare le aziende di trasporto locale – il bonus autobus sarà destinato a quella fascia di cittadini che nel 2021 ha percepito meno di 35mila euro. Come ha spiegato il ministro del Lavoro Andrea Orlando, “si tratta di un sostegno concreto per studenti, lavoratori e pensionati, per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico su gomma e su ferro“.

Bonus autobus al via da settembre: quanto vale e come richiederlo

Per sostenere la misura il governo ha stanziato una cifra attorno ai 79 milioni di euro, che servirà per coprire il cento per cento di quanto speso per chi sceglie il trasporto pubblico in alternativa all’utilizzo dell’automobile: l’importo garantito arriverà fino ad un massimo di 60 euro per ogni beneficiario. La misura vale per l’acquisto di un solo abbonamento (sia esso annuale, mensile o relativo a più mensilità) e restano esclusi i servizi di prima classe, business, club executive, salotto, premium e working area.

Si potrà richiedere il bonus accedendo al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it tramite Spid o Cie, fornendo la documentazione relativa all’acquisto e indicando l’importo richiesto a fronte della spesa prevista, nonché il gestore del servizio di trasporto pubblico. Il buono sarà spendibile presso un solo gestore e dovrà essere utilizzato entro il mese di emissione, presentandolo alle biglietterie dell’azienda selezionata.