Bonus psicologo, come funziona e chi potrà chiederlo

In arrivo il cd. “bonus psicologo”, chiesto stanziamento per 50 milioni di euro: ma a chi sarà riconosciuto?

Burnout, disturbo da stress post-traumatico, tecnostress e ansia sono il caro prezzo che molti stanno pagando dopo più di un anno di pandemia. Il problema è molto più serio e diffuso di quanto si possa pensare, tanto che c’è chi al Governo ha deciso di proporre un “bonus psicologo”, ovvero un aiuto economico da destinare a chi ha bisogno di curare la propria salute mentale ma, purtroppo, non può permetterselo.

Come funziona il cd. “bonus psicologo”

Il bonus psicologo, stando a quanto emerso recentemente, dovrebbe arrivare con la prossima legge di bilancio. La misura dovrebbe essere inserita nella manovra 2022, con la quale verrebbero stanziati 50 milioni di euro da destinare all’avvio di questo nuovo tipo di sostegno.

L’emendamento è stato annunciato e illustrato da Caterina Biti, vicepresidente del gruppo del PD, Paola Boldrini, vicepresidente della Commissione Sanità, appoggiate dalle senatrici: Elisa Pirro (M5S), Tiraboschi (FI), Anna Maria Parente (IV), Loredana De Petris (Leu), Maria Teresa Bellucci (FdI), Raffaella Marin (Lega) e il presidente dell’Ordine degli psicologi David Lazzari. 

L’obiettivo, come è stato spiegato, è quello di garantire assistenza sanitaria e psicologica a chi non può permetterselo, includendo le sedute dallo psicologo in una sorta di piano di previdenza nazionale.

Il bonus dovrebbe essere riconosciuto sotto forma di voucher, spendibili direttamente dal soggetto che li ha richiesti. 

Bonus psicologo, come e a chi verrebbero riconosciuti i voucher

È ancora troppo presto per sapere quali saranno le modalità di richiesta e ottenimento del bonus psicologo. Prima, infatti, bisogna aspettare l’ufficialità dell’approvazione, con la conseguente comunicazione della data di entrata in vigore.

Quello che sappiamo, comunque, è che ad oggi l’orientamento prevalente è quello di riconoscere il bonus psicologo tendenzialmente a tutti, ma seguendo dei principi diversi a seconda dell’ISEE dichiarato (qui come tutte le novità relative all’ISEE 2022 e le nuove regole per la verifica dei dati in dichiarazione dei redditi).

Nello specifico, il bonus psicologo verrebbe riconosciuto: 

  • come cifra fissa e senza limiti ai redditi più bassi;
  • in una percentuale che dipende dal reddito in caso questo risulti essere superiore a un determinato limite, fissato come minimo.

Nel primo caso il voucher potrebbe essere pari a 150 euro, da destinare – senza limiti di reddito – a chi non riceve già sostegno da parte del sistema sanitario nazionale ma soffre di un disturbo mentale diagnosticato.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus psicologo, come funziona e chi potrà chiederlo