Ecobonus auto e i suoi “fratelli”: quali sono a rischio e quali no

Gli incentivi stanziati dal Governo non hanno goduto tutti della stessa fiducia. Ecco quali rischiano di scomparire

Nel corso degli ultimi mesi, complice la pandemia da Covid-19 e la crisi economica che ne è scaturita, siamo stati letteralmente sommersi da bonus di ogni genere. Il Governo, nel tentativo di “tenere a galla” l’economia, ha ideato un bonus più o meno per tutto: dall’ecobonus auto al Superbonus 110% per ristrutturare casa, dal bonus bci elettrica al bonus vacanze.

Non tutti, però, hanno goduto della stessa fortuna e dello stesso apprezzamento. Mentre alcuni sono andati esauriti nel giro di pochi giorni e sono stati già rifinanziati (ma, probabilmente, anche la seconda iniezione di liquidità non sarà sufficiente per arrivare sino a fine anno), altri sono stati quasi completamente ignorati e gran parte della copertura finanziaria stanziata dall’Esecutivo potrà essere riutilizzata su altri capitoli di spesa. Ma quali sono i bonus che sono andati meglio e quali, invece, sono stati quasi completamente ignorati? Scopriamolo insieme.

Boom per il bonus veicoli: auto, bici e moto a ruba

A oggi, il Governo ha previsto tre differenti bonus per altrettante categorie di veicoli a “trazione alternativa”. E tutte e tre le misure hanno incontrato il favore degli italiani.

Il Bonus auto, che incentiva l’acquisto di auto a basse emissioni di CO2 (non necessariamente a emissioni 0) è stato già rifinanziato con altri 500 milioni di euro, dopo che i primi 50 milioni stanziati sono stati utilizzati in appena cinque giorni. Probabile, però, che il mezzo miliardo stanziato non sia sufficiente per arrivare fino a fine anno, come invece previsto dall’Esecutivo.

Il Bonus bici e monopattini elettrici, invece, incentiva l’acquisto di mezzi “alternativi” per la mobilità urbana. Anche se non sono state ancora definite esattamente le modalità per usufruire dello sconto del 60% sul prezzo della bici o del monopattino, è facile ipotizzare che i 220 milioni stanziati a maggio non saranno sufficienti. Le vendite di biciclette a pedalata assistita e di monopattini hanno infatti conosciuto un incremento inatteso, segno che le risorse governative potrebbero presto esaurirsi.

Bonus vacanze al di sotto delle attese: 2 miliardi inutilizzati

Completamente opposta, invece, la situazione per il bonus vacanze. Dopo un inizio sprint, il voucher da 500 euro per viaggiare in Italia sembra essere caduto nel dimenticatoio. Tanto che, secondo alcune analisi, sarebbero stati generati solo 1,6 milioni di voucher, per un controvalore di poco superiore ai 650 milioni. Conti alla mano, resterebbero ancora 1,8 miliardi di euro da poter spendere.

A oggi non è dato sapere se l’Esecutivo voglia confermare il bonus anche per la stagione invernale, così da dare vitalità all’esangue settore turistico (solo a Firenze, ad esempio, si parla di perdite per 1 miliardo di euro) oppure se preferisca dirottare le risorse – in parte o per intero – su altri capitoli di spesa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecobonus auto e i suoi “fratelli”: quali sono a rischio e ...