Bonus 600 euro Covid per lavoratori del turismo: al via la domanda, come fare

E' attivo sul sito dell'Inps il servizio per la presentazione delle domande di indennità Covid-19 per i lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali

[magazine id=6180512164001

E’ attivo sul sito internet dell’Inps il servizio per la presentazione delle domande di indennità Covid-19 per i lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali.

Bonus Covid, per chi

La misura di sostegno è stata introdotta dal decreto interministeriale del 13 luglio 2020 per supportare i lavoratori dipendenti a tempo determinato in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica.

Per tutte le indicazioni relative all’accesso, alla corretta compilazione della domanda e alle funzioni che permettono di controllarne lo stato e l’esito fino al pagamento, è possibile consultare il tutorial predisposto dall’Inps (lo potete scaricare qui) previsto per le altre indennità Covid-19, il cosiddetto bonus 600 euro.

Il bonus Covid è destinato ai soggetti assicurati, alla data del 23 febbraio 2020, presso la gestione dei lavoratori domestici dell’INPS appartenenti alle categorie individuate dal CCNL.

Requisiti

Per poter presentare domanda INPS è necessario essere in possesso, cumulativamente, dei seguenti requisiti:

  • titolarità nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • titolarità nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel medesimo settore, di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • assenza di titolarità di pensione e di rapporto di lavoro dipendente al momento dell’entrata in vigore del decreto del 13 luglio.

Come richiedere il bonus

Per richiedere il bonus è necessario presentare domanda sul sito Inps. Per farlo, occorre autenticarsi inserendo codice fiscale ed essere in possesso di una delle seguenti credenziali:

  • PIN ordinario o dispositivo rilasciato dall’INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore (qui vi spieghiamo come averlo);
  • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Se non si possiede nessuna di queste credenziali, si può richiedere alternativamente:

  • le credenziali SPID tramite il sito spid.gov.it;
  • il PIN tramite il portale INPS (il servizio di richiesta PIN online è accessibile digitando la parola chiave PIN nel motore di ricerca del portale).

Se si è già in possesso della Carta di Identità Elettronica, la si può attivare per accedere a tutti i servizi della pubblica amministrazione, seguendo le istruzioni nel sito cartaidentita.interno.gov.it/identificazione-digitale.

Consigli per non sbagliare

Ricordiamo di verificare e aggiornare i vostri dati anagrafici e i recapiti, accedendo con le vostre credenziali all’area MyINPS. Ogni volta che riceverete una notifica INPS per la domanda di indennità, accedete con le vostre credenziali alla sezione “Consultazione stato pratica e pagamenti del servizio”.

Se scegliete la modalità di pagamento bonifico domiciliato, potete riscuotere il bonus in contanti presso qualunque ufficio postale, anche se non siete titolari di conto corrente bancario o postale, di libretto di risparmio o di carta prepagata con IBAN. Se scegliete l’accredito su conto corrente, l’Inps deve verificare se siate il titolare del conto corrente. Indicate quindi l’IBAN associato al vostro codice fiscale e non a una partita IVA o a un’altra persona.

Una volta presentata la domanda, ricordatevi di salvare o stampare la ricevuta con l’identificativo della domanda e la data di presentazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus 600 euro Covid per lavoratori del turismo: al via la domanda, co...