Autostrade, ai Benetton altri due anni nella newco con l’11%: i nodi da sciogliere

Lo schema non è ancora perfezionato e non si conosce ancora la quota con cui Cdp vorrà far parte della nuova compagnia: resta comunque l'ipotesi della vendita diretta dell'intera quota

Il Cda di Atlantia si è riunito il 3 settembre e ha deliberato di procedere alla costituzione della società destinata a ricevere il compendio scisso, che includerà sino all’88% del capitale di Autostrade per l’Italia: si chiamerà ‘Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A.‘. Attraverso una nota, l’azienda ha spiegato come la costituzione della nuova società sia funzionale al progetto di scissione parziale e proporzionale e successiva quotazione in Borsa. E chela struttura dell’operazione e il progetto di scissione saranno sottoposti ad approvazione di un successivo Cda. L’ipotesi di vendita diretta dell’intera quota dell’88% detenuta da Atlantia in Aspi rappresenta l’alternativa alla scissione.

Autostrade, i Benetton nella newco con l’11%: l’ipotesi

L’esperienza della holding della famiglia Benetton, Edizione, nell’asset autostradale dovrebbe durare ancora un paio d’anni. A patto che si concluda – come previsto – il piano di Atlantia, controllata proprio da Edizione. La sua formalizzazione dovrebbe permettere a Cassa Depositi e Prestiti di intervenire con un aumento di capitale in una newco in cui far confluire fino all’88% di Autostrade per l’Italia (Aspi), detenuto dalla stessa Atlantia, e che dovrebbe assumere il nome di ‘Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A’.

Autostrade, l’ingresso di Cdp: il nodo da sciogliere

Edizione possiede infatti il 30,25% di Atlantia, che a sua volta controlla l’88% di Autostrade per l’Italia. Facendo delle proporzioni, quindi, una volta che Cassa Depositi e Prestiti sarà entrata nella newco, fino a controllarla per il 51%, la diluizione ridurrebbe la presenza di casa Benetton in una misura compresa tra l’11% e il 12%.

Questo, comunque, in teoria, perché la pratica prevede un necessario perfezionamento dello schema societario. Per esempio, non si sa ancora se nella newco andrà direttamente tutto l’88% di Atlantia o se una parte (intorno al 18%) sarà acquistata da soggetti diversi. Inoltre, non è certa la quota (che sarà comunque superiore al 50%) con la quale Cdp vorrà far parte della newco attraverso un aumento di capitale e, di conseguenza, di quanto scenderà la partecipazione di Edizione (che comunque venderà le proprie quote entro un anno e mezzo).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autostrade, ai Benetton altri due anni nella newco con l’11%: i ...