Verona: multa da 500 euro a chi fa l’elemosina ai questuanti

L'ordinanza comunale prevede multe da 25 a 500 euro a chi dà soldi

Fa discutere l’ordinanza del Comune di Verona che prevede multe da 25 a 500 euro per chiunque dia soldi a questuanti ed accattoni fuori da chiese, bar, ristoranti, negozi.

“E’ una misura contro il racket degli accattoni – ha detto in proposito il sindaco Tosi -, i veri poveri non vanno a chiedere denaro per strada. Su 4929 multe comminate a Verona agli accattoni dal 5 maggio 2012 (data di entrata in vigore del regolamento di Polizia Urbana che vieta l’accattonaggio) – spiega Tosi – ne sono state pagate solo 33, cioè lo 0,66%: in mancanza di una normativa statale in materia, gli strumenti normativi comunali rischiano di essere inefficaci come le gride di manzoniana memoria e vanifica il grande sforzo della Polizia Municipale”.

Cosi’ il leader di Possibile Pippo Civati commenta l’ordinanza del Comune di Verona. “In un paese sempre più povero e diseguale, è davvero urgente multare chi dà qualche monetina a chi chiede l’elemosina. Idea di Tosi, che dovrebbe essere quello moderato rispetto a Salvini, nuovo amico della maggioranza. Sappia che mi faccio multare volentieri. Anzi, mi autodenuncio fin da ora”, dice Civati.

Leggi anche:
Contro lo spreco alimentare arriva il supermercato che vende il surplus a metà prezzo
Starbucks apre in Italia, ora è ufficiale. Milano città apripista

Verona: multa da 500 euro a chi fa l’elemosina ai questuant...