Vacanze, d’estate cresce la spesa degli italiani in libri e riviste

In agosto cambiano anche i consumi alimentari: la vendita di bevande cresce del 15%

(Teleborsa) In estate cresce la spesa degli italiani in libri e giornali, mentre cala quella in dispositivi elettronici ed eventi culturali. E’ la fotografia scattata da ‘Italiani.coop’ sulle abitudini dei nostri connazionali nei periodi estivi. Dopo un anno passato in costante connessione con il mondo, attraverso pc e smartphone, sotto l’ombrellone gli italiani preferiscono chiudere il proprio profilo social e affidarsi a un buon libro.

Non è un caso che proprio nel periodo estivo cali drasticamente la spesa nelle attività tipiche del tempo libero invernale, come il cinema (il numero di biglietti  venduto scende del 36%), mostre (-53%) e teatro (-41%), mentre tengono i concerti, anche grazie ai numerosi festival che animano la penisola da nord a sud nel periodo vacanziero.

In forte crescita invece – e il dato è ancor più clamoroso se si pensa alla tradizionale pigrizia degli italiani nei confronti della lettura – la vendita di giornali e periodici da sfogliare magari in riva al mare, tra una bibita e un bagno: i quotidiani hanno registrato un’impennata del 7,5%, mentre i settimanali del 5%.

D’estate cambiano anche i consumi alimentari: la vendita di bevande cresce del 15%, con le punte più elevate per birra (+39%) e the‘ (+44%).

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vacanze, d’estate cresce la spesa degli italiani in libri e rivi...