USA: nel 2016 già 23 persone ferite da bimbi con colpi di arma da fuoco

In crescita il trend di incidenti causati da bimbi da 1 a 3 anni

L’ultimo episodio risale alla scorsa settimana, quando un bambino di Milwakee ha colpito a morte la madre dopo aver trovato una pistola sul sedile posteriore della vettura. Gli incidenti da arma da fuoco per opera di bambini anche piccolissimi sono in crescita negli Usa, la patria delle armi libere, contribuendo ad infiammare nuovamente il dibattito nazionale su questo tema. Dal 20 aprile ad oggi, sono stati almeno sette i casi in cui bambini fra gli 1 e i 3 anni hanno fatto fuoco su se stessi o su altri.

Questi numeri rappresenterebbero peraltro solo una piccola parte degli episodi che coinvolgono i bambini. Il gruppo Everytown pro-gun (controllo per la sicurezza della pistola) ha evidenziato almeno 77 casi di quest’anno in cui un bambino di età inferiore ai 18 anni ha accidentalmente sparato a qualcuno. E c’è un intero universo diverso di violenza armata in cui vengono uccisi bambini, intenzionalmente o no, dagli adulti.

Guardando una mappa degli Usa, alcuni stati si distinguono nettamente per il ‘grilletto facile’. la georgia ha il maggior numero di sparatorie con minori (otto casi da gennaio 2105), seguita da Texas e Missouri con sette. Al contrario new York e California, pur essendo più densamente popolati, registrano ‘solo’ tre casi a testa.

USA: nel 2016 già 23 persone ferite da bimbi con colpi di arma da&nbs...