Un italiano su 10 mente per uscire. A Pasqua arrivano i check point militari

Record di multe nella giornata di sabato 4 aprile, per Pasqua ulteriore stretta sui controlli.

Più di un italiano su dieci (11%) non rispetta le indicazioni ed i divieti in termini di uscite da casa, spostamenti e rispetto delle distanze sociali, come dimostra la presenza di ancora troppe persone all’aperto.

E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixe’ sui comportamenti degli italiani nel tempo del coronavirus. Pur di uscire di casa si trovano spesso giustificazioni fantasiose ma la più gettonata è senza dubbio quella di dove fare la spesa.

Nonostante l’emergenza Coronavirus e gli inviti a restare a casa quasi 1 italiano su 3 (30%) – sottolinea la Coldiretti – non resiste nemmeno 72 ore prima di dover uscire per fare la spesa in negozi, supermercati e alimentari. Il risultato è che – sottolinea la Coldiretti – nel 38% delle case degli italiani sono state accaparrate scorte di prodotti alimentari e bevande per il timore di non trovali più disponibili sugli scaffali.

Boom di contravvenzioni
A fronte di un numero di controlli inferiore alla mattinata di venerdì 3 aprile – circa 30mila – le sanzioni pecuniarie sono notevolmente aumentate, superando quota 9.300. Si tratta del numero più alto dal 26 marzo, quando è diventato esecutivo il nuovo decreto recante “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19”. Nello specifico, 9284 persone sono state multate per spostamenti ingiustificati, 54 quelle che hanno autocertificato il falso e 10 per violazione della quarantena nonostante la positività accertata al coronavirus.

A Pasqua check-point sulle strade
Ecco perché l’orientamento del governo è quello di varare una ulteriore stretta per il week end di Pasqua, considerato oltremodo rischioso. Il dipartimento di pubblica sicurezza sta mettendo a punto un piano di controlli ad imbuto su tutto il territorio nazionale. Verranno istituiti dei veri e propri check point in prossimità delle aree di servizio su autostrade, strade statali e provinciali presso cui tutti i veicoli in movimento saranno costretti a fermarsi e giustificare gli spostamenti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un italiano su 10 mente per uscire. A Pasqua arrivano i check point mi...