UE, Gran Bretagna al voto spaccata dalla Brexit: ore contate per la May

Intanto, British Steel, il secondo gruppo siderurgico del Paese, è al collasso e ha annunciato di essere entrato in amministrazione straordinaria

Se la Brexit fosse un film, il copione sarebbe sicuramente stato scritto da un perfido regista amante dei finali “horror” o quantomeno thriller: il divorzio tra Londra e UE, infatti, ha assunto nei mesi sempre più i tratti di un vero e proprio psicodramma con Theresa May che le ha tentate tutte per uscire dall’angolo senza riuscire mai a strappare l’agognato successo.

Ore roventi: la Premier britannica, sempre più sotto assedio da quanti ne chiedono con insistenza le dimissioni immediate, ha presentato nella giornata di ieri in Parlamento la sua “nuova” proposta che però anche stavolta sembra avviarsi verso l’ennesima bocciatura. Il suo piano non ha convinto nessuno.
Non sono servite neanche le concessioni ai laburisti in tema di diritti dei lavoratori e tutela dell’ambiente.

Adesso la strada è davvero segnata: se il Parlamento di Westminster si esprimerà ancora contro l’accordo, per la quarta volta, sul piatto restano due opzioni estreme: annullamento di Brexit oppure la temutissima Hard Brexit, ossia l’uscita senza accordo.

Intanto, continua a perdere pezzi: in manifesta polemica con la May, ha lasciato anche un’altra figura chiave dei Tories, Andrea Leadsom, Ministro per i rapporti con il Parlamento oltre che esponente di spicco dei Brexiteers.

GRAN BRETAGNA AL VOTO OGGI – Sullo sfondo, il voto europeo previsto per la giornata di oggi, giovedì 23 maggio, che nessuno voleva. Un voto che si avvia a segnare una debacle senza precedenti in casa Tory: stando ai sondaggi non si ferma infatti l’avanzata del partito pro Brexit di Nigel Farage, che supera il 30% dei consensi, staccando nettamente il Labour fermo al 21%. Profondo rosso per Partito Conservatore, crollato al minimo storico del 13%.

A rendere il quadro di per sè già complicato, quasi drammatico le pessime notizie che arrivano dal mondo delle imprese. British Steel, il secondo gruppo siderurgico del Paese, è al collasso e ha annunciato di essere entrato in amministrazione straordinaria.

UE, Gran Bretagna al voto spaccata dalla Brexit: ore contate per la&nb...