UE a Italia: “Monitoriamo l’attuazione delle misure e il bilancio”

È in sintesi quanto scrivono i commissari Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici in risposta alla lettera del premier Giuseppe Conte e del ministro Giovanni Tria

(Teleborsa) – La procedura d’infrazione non è più giustificata ma la Commissione UE monitorerà da vicino le mosse del governo italiano in materia di bilancio. È in sintesi quanto scrivono i commissari Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici in risposta alla lettera del premier Giuseppe Conte e del ministro Giovanni Tria inviata il 2 luglio e che ha permesso lo stop della procedura per debito eccessivo.

“La Commissione UE sorveglierà l’attuazione efficace del pacchetto e monitorerà da vicino l’esecuzione del bilancio 2019 e valuterà il rispetto della bozza di legge di bilancio 2020 con il Patto di Stabilità“, si legge nella lettera.

La proposta dell’Italia contiene un pacchetto “concreto abbastanza per concludere che la procedura per debito non è più giustificata in questo momento”, continuano i commissari che rilevano come siano fondamentali le riforme “incluse nelle raccomandazioni UE”, indicate come “la chiave per assicurare una crescita più alta e per contribuire al calo del debito”.

Per questo, avvisano Dombrovskis e Moscovici, “la Commissione valuterà l’attuazione di queste riforme nel contesto del Semestre europeo”.

I commissari infine, hanno accolto con favore “l’impegno del Governo al dialogo continuo e costruttivo con la Commissione, allo scopo di presentare una legge di stabilità in linea con il braccio preventivo del Patto” e auspicano di proseguire le discussioni “con spirito costruttivo” nei prossimi mesi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UE a Italia: “Monitoriamo l’attuazione delle misure e il&n...