Tutte le truffe luce e gas da evitare

Dalle telefonate alle bollette false fino alle truffe porta a porta: ecco quali sono i trucchi per fregare su luce e gas più diffusi in Italia.

Il numero dei fornitori luce e gas che operano nel mercato libero dell’energia e del gas naturale non ha fatto altro che aumentare nel corso degli ultimi anni e, con essi, anche la quantità di truffe luce e gas. 

Il mondo delle truffe opera da tempi immemori, adattandosi al trascorrere del tempo e sfruttando le nuove tecnologie per trarre in inganno gli ignari clienti di un qualunque fornitore del mercato libero. 

Nonostante ne vengano ideate sempre di nuove, ci sono degli stratagemmi diffusi e ricorrenti che si possono conoscere, studiare e analizzare nel dettaglio in modo tale da riuscire a difendersi da una truffa legata alla fornitura di luce e gas

Scopri la lista dei migliori fornitori del mercato libero

5 truffe luce e gas da conoscere

Una prima tipologia di truffa luce e gas facile da inscenare è la chiamata da un finto call center. Con una serie di frasi abbastanza sconclusionate, si cercherà di convincere il cliente chiamato a rilasciare i suoi dati personali, in particolare quelli relativi alla sua carta di credito o a un conto corrente. 

Si tratta di dati che:

  • il proprio fornitore possiede già, se è stata attivata la domiciliazione diretta della bollette luce e gas;
  • un fornitore non chiederebbe mai al cliente che ha scelto di pagare le bollette tramite bollettino cartaceo oppure con una modalità che non richieda il rilascio dei dati di una carta o del proprio conto. 

Una truffa molto comune ai tempi di Internet è il phishing, che viene realizzato tramite mail oppure SMS: ancora una volta si richiede al cliente di inserire i dati di carta di credito o IBAN per regolarizzare un pagamento non saldato. Viene inviato un link che rimanda a un sito fake, che non corrisponde affatto a quello del proprio fornitore. 

Ecco perché è molto importante non cliccare mai sui link che si ricevono, dal nulla, tramite mail o SMS e, nel caso in cui si dovesse fare questo sbaglio, non immettere i propri dati di pagamento nella pagina che si aprirà. La situazione descritta nel messaggio ricevuto è davvero molto improbabile. 

Scopri quali sono i gestori luce e gas più affidabili

Le truffe luce e gas potrebbero anche avvenire in versione porta a porta: qualcuno si introduce nel palazzo in cui si abita, suonando al portone di casa. Le richieste più comuni sono:

  • quella di visionare le ultime bollette;
  • quella di controllare il proprio contatore. 

Semmai ci si dovesse trovare di fronte a una situazione di questo tipo, si consiglia di non far entrare nessuno in casa e, qualora si commettesse l’errore di aprire la porta, di richiedere subito il tesserino di riconoscimento con la matricola del tecnico. Considerato che potrebbe anche trattarsi di un tesserino fasullo, sarebbe meglio chiamare subito dopo il proprio gestore luce e gas per verificare che il controllo fosse effettivamente previsto. 

Una truffa potrebbe anche essere perpetrata con una pubblicità ingannevole: solitamente, quando si riceve una mail, una telefonata o un SMS con una promozione super conveniente, è meglio dubitare e fare prima una ricerca in rete. Se qualcuno è già cascato nella truffa, è possibile che abbia già raccontato in rete quello che gli era successo. 

In questo caso, si suggerisce inoltre di andare direttamente sul sito del fornitore presentato nell’offerta, leggere recensioni su di esso e cercare se effettivamente la promozione che profuma di truffa sia reale oppure no. 

Confronta le migliori offerte luce e gas del mercato libero

Non è detto che leggere come viene messa in scena una truffa sia sufficiente a proteggere chi la riceve. Tuttavia, serve comunque a farsi un’idea delle possibili situazioni spiacevoli nelle quali si potrebbe incappare. 

5 consigli per difendersi dalle truffe luce e gas

Sulla base di quanto presentato nel paragrafo precedente, ecco 5 cose che si dovrebbe cercare di evitare o alle quali prestare attenzione per riuscire a prevenire una possibile truffa luce e gas:

  1. non cliccare mai su link sospetti ricevuti dal nulla e verificare sempre l’indirizzo email del mittente;
  2. non rilasciare i propri dati personali su siti non noti, soprattutto quelli relativi a uno strumento di pagamento, come una carta di credito;
  3. non mostrare le bollette a uno sconosciuto che si presenta all’ingresso di casa propria, né comunicare i codici POD e PDR, assieme ai dati anagrafici;
  4. non firmare mai documenti senza leggere quello che c’è scritto, anche se dicono che si tratta di una promozione a un prezzo più basso rispetto a quella che si sta pagando;
  5. in caso di qualsiasi forma di dubbio o sospetto, fare sempre una ricerca su Google: i siti nei quali vengono denunciate le truffe sono in aumento e trovare il sostegno di un altro cliente malcapitato è davvero molto comune.