Turismo: cresce la spesa per le vacanze, ma tre italiani su quattro restano nei confini nazionali

Per Federalberghi spesa nel 2016 raggiungerà 21,5 miliardi di euro

(Teleborsa) Gli italiani tornano a viaggiare in questa estate 2016 e riempiono gli alberghi del Bel Paese con un incremento di presenze del 9,5%, con un aumento della durata del viaggio e della spesa media. E’ la fotografia scattata da Federalberghi nel quadrimestre vacanziero giugno-settembre, che vedrà in movimento oltre 33 milioni di persone. Numeri alla mano, il giro d’affari è pari a 21,5 miliardi di  euro, un bel balzo in avanti rispetto ai 18,3 miliardi dello scorso anno.

Il mese preferito per staccare la spina e prendersi una meritata vacanza resta come sempre agosto, con il 67% delle preferenze, seguito da luglio con il 14,5% e da settembre con il 9,2%. Ma quanto restano fuori casa gli italiani? Dallo studio emerge che la media quest’anno è di 11 notti, tre in più rispetto allo scorso anno. Ne consegue che la spesa media sale in proporzione, passando dai 786 euro della scorsa estate agli attuali 869 euro.

Il mare, l’arte e le bellezze paesaggistiche del nostro Paese non hanno nulla da invidiare al resto del mondo e il 75% degli italiani resterà entro i confini nazionali per le vacanze, mentre il 25% ha scelto come mete l’estero, in particolari le grandi capitali. Il mare resta in assoluto la destinazione preferita dai nostri connazionali: spiagge e ombrelloni sono scelti dal 62% dei vacanzieri.

Turismo: cresce la spesa per le vacanze, ma tre italiani su quattro r...