TIT: Leicester bookmakers: a quanto era quotata la vittoria in Premiership?

Il Leicester City Football Club è ufficialmente entrato nella leggenda vincendo la Premiership inglese, ma quanti ad inizio anno avrebbero scommesso sulla vitttoria finale?

Premier league, grazie Leicester.Ok, è vero che se questa stagione della Premiership sarà ricordata per sempre da tutti gli amanti dello sport è soprattutto merito del Leicester, ma è anche importante sottolineare che la vittoria dei ragazzi di Claudio Ranieri non è stato l’unico avvenimento che ha contribuito a renderla tale. Infatti, su iniziativa dei tifosi del Liverpool, è stato raggiunto uno storico accordo fra i 20 club militanti nella massima divisione inglese per imporre 30 sterline come prezzo massimo del biglietto per le partite in trasferta, così da non vedere diminuire l’affluenza agli stadi a causa degli alti prezzi.
Certo non si saranno posti problemi per le trasferte i tifosi del Ranieri team: da impresa a sogno, da sogno a realtà, così il Leicester ha coronato una stagione indimenticabile che l’ha visto aggiudicarsi il titolo di campione della massima divisione di calcio inglese con ben due giornate di anticipo. Non a caso si parla di impresa in quanto nessuno, se non qualche rara eccezione, sembrava crederci ad inizio anno.

Primi fra tutti a non credere nella possibile vittoria del Leicester furono i bookmakers inglesi che quotarono, data la storia del club, la vittoria del campionato da parte dei The Foxes a 5000 contro 1. Una pazzia anche solo pensarlo, eppure il calcio è bello anche per questo: non smette mai di stupire.

Giusto per dare le dovute proporzioni in fatto di scommesse e dato che fra pochi mesi in America si voterà per l’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti, i bookmakers avevano quotato meno l’elezione della bella attrice Kim Kardashian come futura abitante della Casa Bianca, con una quota pari a 2000 contro 1. Insomma i bookmakers non hanno creduto affatto nell’impresa del team guidato dal tecnico italiano Claudio Ranieri, e per questo ora dovranno versare agli scommettitori vincenti circa 4 milioni di euro.

Inoltre, rimanendo ancora in tema scommesse, tanto care a chi inizio anno puntò sul club di Ranieri, quest’anno lo storico Totocalcio, nonno dell’attuale sistema di scommesse, compie 70 anni/iol_link] dalla sua ideazione da parte del giornalista triestino Massimo Della Pergola.

Quel che ancora resta da domandarsi è: vista la partecipazione del Leicester alla prossima Champions League, come si comporteranno i bookmakers con le quote in caso di vittoria? Nel dubbio perché non crederci, nel mondo calcio può succedere di tutto.

TIT: Leicester bookmakers: a quanto era quotata la vittoria in Pr...