Terremoto, i 500mila euro di Zuckerberg in pubblicità su Fb: è polemica

La donazione del numero uno di Facebook alla Croce Rossa in banner sul social fa infuriare la rete

I cinquecentomila euro che Mark Zuckerberg ha donato alla Croce rossa italiana per le vittime del terremoto sono in ad credits, ovvero in pubblicità. Non finiranno alle vittime del sisma che ha devastato il Centro Italia, bensì alla Croce Rossa che avrà a disposizione sul social network spazi pubblicitari per promuovere le sue attività per un valore di mezzo milione di euro.

LA DONAZIONE – Il numero uno di Facebook lo ha detto nel corso di un incontro a Roma con gli studenti della Luiss. Nello specifico, ha spiegato Zuckerberg, “Facebook Italia donerà 500mila euro sotto forma di ad credits alla Croce Rossa che potranno essere utilizzate sulla piattaforma Facebook per promuovere le attività di cui c’è maggiore bisogno: raccolta fondi, ricerca di volontari, richiesta di donazione di sangue, mettersi in contatto con le persone che hanno bisogno di un posto in cui stare”.

LA POLEMICA – L’annuncio ha scatenato una marea di polemiche sui social network: in molti hanno criticato Zuckerberg per aver scelto una modalità ritenuta poco efficace, che mette al centro Facebook e non direttamente le persone che hanno bisogno d’aiuto. E per aver fatto una donazione che, per qualcuno, ha più il sapore dell’elemosina: perché 500 mila euro in pubblicità non sono poi molti per un colosso che vale 364 miliardi di dollari e che nell’ultimo semestre ha fruttato utili per oltre 2 miliardi di dollari.

IL CODACONS: SOLO PUBBLICITA’ – “Più che una donazione vera e propria sembra una trovata pubblicitaria a vantaggio di Facebook – scrive in una nota il presidente Carlo Rienzi -. In questo momento sarebbe stato sicuramente più utile versare soldi direttamente alla Protezione Civile per far fronte all’emergenza, anziché donare crediti da utilizzare sul famoso social network. Per tale motivo abbiamo deciso di scrivere direttamente a Zuckerberg, chiedendo di convertire la sua donazione” spot” da 500mila euro in un versamento di denaro alla Protezione Civile”.

MISSIONE, TEAM, PERSEVERANZA – Nel corso della sessione con gli studenti della Luiss, Zuckerberg ha parlato delle chiavi per avere successo e creare qualcosa di durevole nel tempo soprattutto nell’imprenditoria digitale. “Bisogna avere una mission chiara, che possa avere un impatto sulla società. Bisogna avere un gruppo di lavoro con il quale condividerla; nessuna delle cose più importanti nella storia dell’uomo è stata fatta da una persona sola. Bisogna insistere, purtroppo ho visto molte persone abbandonare le proprie idee o non sfruttarle a pieno”.
Quando si lancia una nuova impresa la chiave è la squadra: “La miglior cosa fatta al mondo non sarà mai merito di un’unica persona – ha detto Zuckerberg – bisogna circondarsi di risorse da cui si può imparare molto e che non mollano mai. Senza avere paura di chi ha talento e competenze diverse dalle nostre“.

Leggi anche:
Zuckerberg compra casa a Milano: un attico da 21 milioni di euro
Zuckerberg fa lezione all’università, l’aula è vuota
Facebook annuncia 200 posti di lavoro a Dublino
Zuckerberg sempre più ricco, guadagna 6 miliardi di dollari in un solo giorno

Terremoto, i 500mila euro di Zuckerberg in pubblicità su Fb: è ...