Svegliarsi presto la mattina fa guadagnare di più

I cosiddetti early risers, ovvero chi tende a svegliarsi presto, possiedono un gene chiamato clock, ma non solo: guadagnano di più dei night owls

Chi dorme non piglia pesci! Questo non è un semplice proverbio italiano, ma è la pura verità. Pare, infatti, che svegliarsi presto la mattina comporti una maggiore produttività e, quindi, un maggior guadagno. Prendendo ad esempio qualche personalità famosa, si può subito vedere come questo sia effettivamente riscontrabile: Steve Jobs alle 5:30 del mattino era già attivo, mandando e-mail lavorative ai suoi collaboratori e andando, poi, ad allenarsi in palestra. Quanto ha guadagnato? Beh, il suo patrimonio è arrivato alla “modica” cifra di 785 milioni di dollari!

Lo stesso discorso lo si può fare anche per l’amministratore delegato della FIAT Sergio Marchionne e per Bill Gros, fondatore di PIMCO, i quali ogni giorno si svegliano rispettivamente alle 3:30 e alle 4:40 di mattina. E’ solo un caso, pensereste, ma in realtà molte ricerche hanno confermato che svegliarsi presto sia un toccasana per il portafoglio.

Tutto starebbe nei geni: le abitudini di svegliarsi presto o tardi risiederebbero nelle particelle cromosomiche chiamate clock e period. Da qui discenderebbero i cosiddetti early risers (chi si sveglia presto) e night owls (chi è più produttivo durante le ore notturne). Partendo da questa classificazione dei fenotipi, uno studio danese, condotto su 4000 persone tra i 18 e i 64 anni, ha dimostrato come gli early risers guadagnano mediamente il 7% in più. Inoltre, da quanto emerso dagli studi effettuati dalla Università di Madrid e dal docente tedesco di biologia Christopher Randler, persino i risultati scolastici sono altamente influenzati dal gene clock. Si è notato, in effetti, che chi si alza prima la mattina ha la tendenza ad ottenere voti migliori di chi, al contrario, è più attivo di notte.

Ma non finisce qui: la nostra società è costituita anche da un’altra fetta di individui, quelli che si svegliano tardi. Nel 2013 è stato dimostrato da una ricerca tedesca come questi soggetti siano affetti dal social jet-lag, che si manifesta come una forma di propensione alla depressione. Adattare il proprio stile di vita sulla base di queste ricerche entra, però, in contrasto con le regole che vengono imposte dalla società. A tal proposito, il gruppo danese B-Society da tempo si batte per dare la possibilità agli early risers di recarsi al lavoro la mattina presto e ai night owls iniziare a lavorare dopo le 22, in modo tale che questi possano dare il loro meglio.

Svegliarsi presto la mattina fa guadagnare di più