Stress test: banche italiane promosse, ecco le più solide

Intesa San Paolo, Unicredit, Ubi e Banco Bpm hanno registrato un coefficiente patrimoniale superiore al minimo necessario per essere promosse

Le banche italiane superano il banco di prova degli stress test: l’Eba, l’Autorità bancaria europea, ha promosso tutti i quattro istituti di credito italiani quali Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco Bpm e Ubi Banca.

Dagli stress test, Money.it è partita per uno spunto di riflessione più ampio: alla luce delle fragilità e delle debolezze del sistema bancario itaiano, infatti, in molti si sono chiesti quali sono le banche italiane a essere più solide e sicure. Per scoprirlo, anziché basarsi sugli stress test – con i quali si lavora su alcuni parametri in situazioni di crisi così da vedere se una banca è in grado di resistere o meno – sono stati analizzati i dati di bilancio per approfondire la situazione attuale e ha stilato la classifica delle banche più solide in Italia.

La graduatoria è basata sui dati di inizio 2018. Due i parametri presi in considerazione per capire quali sono le banche italiane più affidabili e sicure: il CET 1 Ratio e il Total Capital Ratio.

Il primo (CET 1 Ratio) è il rapporto tra il patrimonio base e le attività di rischio ponderate. Il secondo (Total Capital Ratio) è invece il rapporto tra il patrimonio di vigilanza complessivo e il valore delle attività ponderate per il rischio.

Secondo l’analisi più aggiornata, che come riferimento prende il primo trimestre del 2018, la banca italiana più solida sembra essere la BPER Banca S.p.a. (conosciuta in passato come Banca Popolare dell’Emilia Romagna) che rispetto al 2017 ha segnato una variazione positiva sia del CET 1 che del Total Capital Ratio. Seguono MPS (che però ha un CET 1 in ribasso rispetto al 2017), Creval, Mediobanca, Credem e Banco BPM. Nei piani più bassi della classifica si colloca invece Intesa San Paolo, con un CET 1 e un Total Capital Ratio invariati rispetto all’anno precedente, seguita da Unicredit che però ha il merito di segnare una variazione positiva del Total Capital Ratio.

Nelle ultime tre posizioni, troviamo invece la Banca Popolare di Sondrio, il Banco Desio e Banca Sella Hold (con variazioni negative sia per CET 1 che per Total Capital Ratio).

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stress test: banche italiane promosse, ecco le più solide