Stangata per i pendolari Trenitalia: aumenti del 35% su abbonamenti Alta velocità

La rabbia dei pendolari sulla Torino-Milano dove il rincaro sarà addirittura di 119 euro

“Brutte notizie per gli abbonati all’Alta velocità: a partire dal 17 gennaio 2017 gli aumenti annunciati da Trenitalia sono diventati una dura realtà”. La denuncia arriva da Federconsumatori, dopo che il gruppo ha lanciato i nuovi abbonamenti per l’alta velocità aumentando del 35% le tariffe nelle ore di punta e tagliando il costo per chi invece può viaggiare in altri orari, tra le 9 del mattino e le 17 del pomeriggio. Cioè quando i pendolari sono già (o ancora) in ufficio.

Sulla linea Torino-Milano il rincaro sarà addirittura di 119 euro: dai 340 di prima ai 459 attuali. I prezzi sono stati diffusi dal comitato pendolari di quella linea, che è riuscito ad ottenere la tabella con gli aumenti.

Fino ad oggi l’abbonamento mensile utilizzabile in qualsiasi fascia oraria dal lunedì alla domenica costava 340 euro mentre da febbraio per usufruire della stessa tipologia di servizio se ne dovranno pagare 459, cioè 119 euro in più.

Trenitalia prevede anche un secondo tipo di abbonamento valido in tutte le fasce orarie ma per solo 5 giorni, dal lunedì al venerdì. Il documento verrà messo in vendita a 408 euro, 68 in più di quanto pagato oggi.

Prezzi più bassi, invece per chi può permettersi di viaggiare tra le 9 e le 17: costo del servizio per sette giorni 323 euro che scendono a 289 per cinque giorni. Il comitato pendolari parla apertamente di “stangata”.

Leggi anche:
Trenitalia e Italo nel mirino dell’Antitrust: “Biglietti online più cari”
Pendolari, rivoluzione biglietti Trenitalia: saranno validi solo 24 ore
Cartella Equitalia per chi non paga il biglietto del treno o bus
Pendolari, ecco le città italiane da incubo
Ferrovie, addio al biglietto chilometrico. La protesta dei pendolari
Disagi e ritardi su rotaia: le 10 tratte peggiori

Stangata per i pendolari Trenitalia: aumenti del 35% su abbonamenti Al...