Lo spread torna a turbare il sonno degli italiani

E' durata poco la tregua concessa agli italiani dallo spread, il temibile differenziale di rendimento tra BTP decennali e Bund tedesco ormai stabilmente entrato nel linguaggio comune

(fonte: TELEBORSA) – E’ durata poco la tregua concessa agli italiani dallo spread, il temibile differenziale di rendimento tra BTP decennali e Bund tedesco ormai stabilmente entrato nel linguaggio comune.

Dopo qualche mese di allentamento delle tensioni, supportato dal venir meno delle preoccupazioni sulla crisi del debito in Eurozona e dalla serie di positive aste di titoli di Stato dell’Italia, lo spread si è dunque rimesso in marcia viaggiando ora a ridosso della soglia psicologica dei 300 punti base. Dunque, al di sopra del "livello Monti" fissato a 287 punti, la metà della quota su cui sostava quando il Professore fu nominato Premier.

Questo significa che gli investitori hanno iniziato a vendere BTP decennali sul mercato secondario, con un conseguente innalzamento dei loro rendimenti.

Era inevitabile, visto l’approssimarsi delle elezioni del 24 e 25 febbraio e, soprattutto, della forte incertezza sul loro esito.

Cosa succederà di questo differenziale di rendimento una volta chiuse le urne è difficile dirlo. Tutto dipenderà dall’esito delle consultazioni, se ci sarà una maggioranza e, soprattutto, se gli investitori internazionali, quelli che comprano e vendono bond italiani sul mercato secondario, avranno gradito il nuovo assetto politico tricolore.

Sicuramente non ha aiutato molto lo scandalo MPS, che da giorni campeggia sulle prime pagine dei più importanti quotidiani internazionali. Tanto meno i sospetti di tangenti su un gigante del petrolio della portata di Eni.

Da rilevare, comunque, che questo movimento rialzista dello spread è anche frutto del contingente buon momento dell’azionario. Se un investitore punta sulle azioni, non deve sorprendere che trascuri i BTP.

Dunque, non resta che attendere gli sviluppi delle prossime due settimane.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lo spread torna a turbare il sonno degli italiani