Spesa pubblica, stretta sulle auto blu – 13%

La riduzione dei privilegi garantirà un risparmio di 300 milioni di euro

Sono 10.634 le auto blu stimate in Italia, riservate ai vertici delle Pubbliche amministrazioni nel 2011. E’ quanto emerge dal censimento sul parco auto della Pa, svolto da FormezPa su incarico del dipartimento della Funzione pubblica. La riduzione delle auto blu rispetto al 2010 è pari al 13%. Delle 10.634 stimate, 9.855 sono state effettivamente censite. Il totale del parco auto delle Pa ammonta invece nel 2011 a 64.524 vetture stimate, di cui 59.216 censite, in calo del 10% rispetto all’anno precedente. Alle auto blu, infatti vanno aggiunte le cosiddette grigie, destinate a uso di servizio che il censimento così rileva: 49.485 censite, 53.890 stimate.

ll censimento è stato effettuato su 8.276 amministrazioni, centrali e locali, e ha registrato l’adesione del 90,8% delle amministrazione. Fra le amministrazioni che hanno fornito più dati ci sono Regioni, università, camere di commercio, province, Comuni capoluogo e Asl (oltre il 95%), seguite dalla Pa centrale (93,5%), dagli enti pubblici nazionali (90%), dai Comuni non capoluogo e dagli enti regionali (82%).

Con il monitoraggio permanente avviato, il Dipartimento della Funziona pubblica stima un risparmio, a regime, di 300 milioni all’anno sull’intero parco auto delle pubbliche amministrazioni. Lo ha riferito il ministro per la Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi, presentando i risultati del censimento 2011 elaborato da Formez su incarico del Dipartimento della Funzione pubblica.

Spesa pubblica, stretta sulle auto blu – 13%