Spesa, 31 milioni di italiani bocciano quella virtuale

Non rinunciano al contatto diretto per avere maggiori opportunità di scelta ma anche come occasione di socializzazione: la ricerca Coldiretti/Censis

(Teleborsa) La spesa? Per gli italiani si fa anche con gli occhi. Sono 31 milioni, infatti, quelli che non hanno mai fatto la spesa sul web e non vogliono rinunciare, dunque, al contatto diretto per avere maggiori opportunità di scelta, toccando con mano, nel senso vero del termine, i prodotti ma anche come occasione di socializzazione. A renderlo noto la ricerca Coldiretti/Censis presentata al Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione, organizzato da Coldiretti a Cernobbio.

Dalla ricerca emerge anche una tendenza alla polarizzazione dei comportamenti di acquisto tra chi approfitta delle piattaforme web di food delivery per poter mangiare e rifornirsi senza dover mettere piede fuori di casa – nel 2018 più di un italiano su tre (37%) ha ordinato cibo dal telefono o dal pc tramite una piattaforma web con un aumento boom del 47% rispetto all’anno precedente – e chi, al contrario, non rinuncia a fare la spesa personalmente anche per vivere esperienze che vanno al di là del semplice momento di consumo. 

MERCATI CONTADINI, PASSIONE E CONVIVIALITA’– Un classico esempio è, infatti, rappresentato dagli italiani che frequentano i mercati contadini. Tra chi ha fatto almeno una volta la spesa in un farmers market sono 8 milioni quelli che dichiarano di recarsi tra i banchi dei produttori anche e soprattutto per incontrare persone, socializzare e trovare occasioni di convivialità.

La spesa non virtuale è spinta anche da un’altra tendenza che vede una componente sempre maggiore di italiani che non si accontenta di farsi portare a casa il cibo ma vuole risalire all’origine di quel che mette in tavola.

IL TURISMO ENOGASTRONOMICO FA DA TRAINO– Un’espressione di questo fenomeno è rappresentata dal boom del turismo enogastronomico che ha ormai raggiunto numeri da record tanto da essere entrato stabilmente negli stili di vita degli abitanti del nostro Paese. Secondo lo studio Coldiretti/Censis sono 38 milioni gli italiani che nel 2018 hanno frequentato almeno una volta una sagra di prodotti locali, mentre in 26 milioni hanno scelto di trascorrere appositamente le proprie vacanze in territori che ospitano eccellenze enogastronomiche. Sono inoltre 23,7 milioni i cittadini del Belpaese che hanno partecipato a eventi e serate di degustazioni di prodotti o vini, e 23 milioni coloro che hanno soggiornato almeno una volta in agriturismo.

“Acquistare prodotti a chilometri zero è un segnale di attenzione al proprio territorio, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio che ci circonda, ma anche un sostegno all’economia e all’occupazione locale”, ha affermato il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo,

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spesa, 31 milioni di italiani bocciano quella virtuale