Sony acquisisce tutti i diritti di pubblicazione di Michael Jackson per 750mln di dollari

La fondazione che cura interessi e proprietà del re del Pop ha raggiunto un accordo a otto zeri con il colosso giapponese

A sette anni dalla scomparsa di Michael Jackson, la fondazione che cura interessi e proprietà della popstar ha raggiunto un accordo a otto zeri con la Sony Corp, che per 750 milioni di dollari diventa proprietaria del catalogo Sony/ATV, il catalogo discografico del Re del pop.

La compagnia fu fondata da Michael Jackson in joint venture con la Sony per la gestione di un catalogo musicale davvero sconfinato e che conta circa 3 milioni di copyright, tra questo ci sarebbe l’intero repertorio dei Beatles, Lady Gaga, Stevie Wonder, Rolling Stones e anche gran parte della Motown).

Nei giorni scorsi si era parlato di un’acquisizione completa da parte dei Jackson, invece è accaduto l’esatto contrario. Sarà la Sony ad acquistare il 50% di proprietà degli eredi del cantante in un accordo che dovrebbe essere formalizzato il prossimo 31 marzo. Agli eredi di Jackson resterà invece il 10% della Emi Music Publishing che invece detiene i diritti sul catalogo dello stesso artista.

“Il business musicale è sempre stato fondamentale per Sony e continuerà a contribuire al nostro successo, anche in futuro», dice il boss di Sony, Kazuo Hirai. Nel pacchetto non ci sono i diritti delle canzoni di Michael Jackson, gestiti dalla Mijac Music.

Questa operazione di vendita consentirà agli eredi del Re del Pop di risanare le proprie finanze, visto che l’artista morì lasciando una montagna di debiti: i 750 milioni di dollari sul piatto daranno modo di stabilizzare la situazione e di iniettare una buona quantità di denaro nelle casse del fondo gestito dalla famiglia Jackson.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sony acquisisce tutti i diritti di pubblicazione di Michael Jackson pe...