Sistemi antifrode, arriva la carta di credito con la tastiera

Per completare un acquisto online sarà necessario digitare un Pin sulla carta stessa. E' la fine del "phishing"?

Voli aerei, alberghi e ristoranti, acquisti online. La stagione dei viaggi è anche la stagione della carta di credito, con un netto aumento delle transazioni. E di conseguenza un netto aumento delle frodi. Soprattutto quando il numero della carta o gli altri codici di sicurezza prendono la via di Internet. Perché è proprio questo il tallone d’Achille dei pagamenti elettronici: la “cattura” dei numeri o delle password con diversi sistemi, dalla clonazione della carta alla ormai nota tecnica del “phishing” (dove il titolare “collabora” col truffatore rispondendo a un messaggio mail o sms con un mittente apparentemente conosciuto consegnando sciaguratamente i suoi dati segreti).

A difesa dei titolari di carte di credito (nonché della propria affidabilità e dei propri utili), Visa, la società leader in Europa per i pagamenti elettronici, gioca la sua nuova “carta”. Una carta di terza generazione: dopo la banda magnetica e il chip, debutta ora la carta di credito con la tastiera elettronica incorporata. .

Un “Pin” anche per la carta di credito

Il dispositivo, denominato “Visa CodeSure”, consiste in una minuscola tastiera con 12 pulsanti e un display incorporato nella carta stessa. Al momento dell’acquisto occorre premere il tasto di autenticazione “Verified by Visa”. Il sistema richiede all’utente un Pin (Personal Identification Number), che viene digitato direttamente sulla tastierina della carta. All’invio del codice numerico viene generata una password per procedere all’acquisto.

Il vantaggio è che questa password elettronica cambia ogni volta ed è quindi inutile intercettarla e duplicarla. Infatti il punto debole delle password create dall’utente, già previste in molti sistemi di acquisto online, è proprio il loro uso ripetuto: più viene utilizzata, più alto è il rischio che venga “scippata”. L’utente dovrà memorizzare solo il Pin. Le prime carte dovrebbero entrare in circolazione tra pochi mesi.

L’obiettivo, secondo Sandra Alzetta, vicepresidente di Visa Europa, è quello di “portare i pagamenti online allo stesso livello di sicurezza di quelli che vengono effettuati fisicamente nei negozi”. (A.D.M.)

Sistemi antifrode, arriva la carta di credito con la tastiera
Sistemi antifrode, arriva la carta di credito con la tastiera