Sigarette, cambia tutto: ecco cosa prevede la nuova normativa

Per far desistere all'acquisto la Francia dice addio ai marchi. Obbligatori i pacchetti verdi senza marca né logo

Dal primo gennaio 2017 è cambiato tutto per le sigarette. Una nuova normativa sulla vendita di tabacchi è stata messa in atto in Francia  e prevede l’eliminazione di tutti marchi e loghi vari dai pacchetti di sigarette in vendita. Niente più scritte e immagini accattivanti, dunque, come quella del cammello sulle Camel o il bianco e rosso delle Marlboro, ma solo le foto choc già presenti sui pacchetti di bionde in tutta Europa con l’aggiunta di nuove frasi e dimensioni ingrandite.

L’obiettivo è dissuadere i fumatori dal vizio, come previsto da una norma, approvata con un’ordinanza presidenziale dello scorso maggio che attua una direttiva europea 2014-04 su fabbricazione, presentazione e vendita dei prodotti del tabacco e connessi.

Nel nostro Paese, sui pacchetti di sigarette lo scorso anno sono state introdotte delle immagini choc accostate ai dati relativi ai danni del fumo, peraltro già presenti, e al numero verde (800.554.088) per rivolgersi ai centri antifumo, campagna che ha anche creato diverse polemiche. Inoltre, lo scorso anno sono stati banditi i pacchetti da 10 e imposto un nuovo limite, pari a 30 grammi, per il tabacco sfuso. In ogni caso, il prodotto è ben riconoscibile e il logo è rimasto lì dov’è. Non si esclude che in caso di risposta positiva in Francia, anche l’Italia possa adottare lo stesso provvedimento per combattere il vizio del fumo.

Leggi anche:
Sigarette, addio pacchetto da 10. Cosa cambia dal 20 maggio
Minitassa sulle sigarette per pagare i farmaci anticancro
Stangata per i fumatori: in arrivo aumenti per le sigarette meno care
Le sigarette di contrabbando finanziano il terrorismo

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sigarette, cambia tutto: ecco cosa prevede la nuova normativa