Siae, dal 2018 addio all’esclusiva sui diritti d’autore

Dal 1 gennaio 2018 in Italia potranno nascere nuove agenzie di collecting del diritto d’autore, purché risultino enti non a scopo di lucro

L’esclusiva Siae ha i giorni contati. Dal 1 gennaio 2018 ci sarà una vera e propria rivoluzione nell’ambito dei diritti d’autore: in Italia potranno nascere nuove agenzie di collecting del diritto d’autore, purché risultino enti non a scopo di lucro.

FINE DEL MONOPOLIO – Un duro colpo per il monopolio della Siae: il ministero dei Beni culturali vuole inserire una proposta nella prossima legge di Bilancio che andrà a modificare il decreto legislativo n. 35 del 15 marzo 2017, il quale, a sua volta, recepiva la direttiva Barnier.

La novità è ormai attesa da lungo tempo ed è strettamente legata alla direttiva europea del 2014, mai recepita in Italia, sulla liberalizzazione dei diritti d’autore. Una liberalizzazione discussa sia in Parlamento sia a livello mediatico, con l’intervento di diversi artisti a favore della liberalizzazione.
Lo scorso marzo l’Italia aveva comunque fatto un passo avanti permettendo di affidare la gestione a collecting societies di altri stati membri dell’ UE ma, seppur l’iniziativa sembrava preannunciare un margine di cambiamento, la situazione è rimasta quasi la stessa, spingendo il governo a trovare una soluzione più significativa. Contro Siae si era, infatti, scagliata anche l’Antitrust, la quale aveva avviato lo scorso aprile un’indagine per abuso di posizione dominante.

COSA CAMBIA – Dal 1 gennaio 2018 in Italia potranno nascere nuove agenzie di collecting del diritto d’autore, purché risultino enti non a scopo di lucro. L’attività di intermediazione potrà essere svolta dagli organismi di gestione collettiva degli altri Stati membri, mentre le entità di gestione indipendente come Soundreef potranno continuare a operare sul suolo nazionale, a patto che stringano precisi accordi con uno di loro o, addirittura, si associno.

Leggi anche:
Siae, Fedez contro Franceschini sui diritti d’autore: “C’è conflitto di interessi”
Diritto d’autore, Fedez cambia la storia: addio alla Siae
Fabio Rovazzi lascia la Siae e affida i diritti d’autore a Soundreef
Saggio musicale a scuola, arriva la Siae e batte cassa
Monopolio Siae, in arrivo emendamento per abolirlo
Come funziona la Siae e quando bisogna pagarla

Siae, dal 2018 addio all’esclusiva sui diritti d’autore
Siae, dal 2018 addio all’esclusiva sui diritti d’auto...